rotate-mobile
Economia

Piattaforma logistica, c'è il progetto

BRINDISI – “C’è stata piena sinergia tra gli enti locali (Comune e Provincia), Camera di Commercio e Autorità Portuale sul progetto presentato dal Consorzio Asi di Brindisi per la realizzazione di una ‘Piastra logistica intermodale’ da localizzare sui terreni retroportuali di competenza dell’Asi”. Lo fa sapere stasera lo stesso consorzio dell’Area di sviluppo industriale di Brindisi (competente anche per quelle di Ostuni, Fasano e Francavilla Fontana), al termine di un incontro cui hanno partecipato anche rappresentanti e tecnici di Comune, Provincia, Camera di Commercio e Autorità portuale”.

BRINDISI - "C'è stata piena sinergia tra gli enti locali (Comune e Provincia), Camera di Commercio e Autorità Portuale sul progetto presentato dal Consorzio Asi di Brindisi per la realizzazione di una 'Piastra logistica intermodale' da localizzare sui terreni retroportuali di competenza dell'Asi". Lo fa sapere stasera lo stesso consorzio dell'Area di sviluppo industriale di Brindisi (competente anche per quelle di Ostuni, Fasano e Francavilla Fontana), al termine di un incontro cui hanno partecipato anche rappresentanti e tecnici di Comune, Provincia, Camera di Commercio e Autorità portuale".

"Il progetto - si legge ancora nel comunicato - è sotto la regia dell'Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia. Alla presentazione ufficiale, fatta dal professor Stefano Ciurnelli e dai tecnici del Consorzio, è seguita una riunione tra i dirigenti dei soggetti territoriali interessati per concordare la coerenza del progetto con gli strumenti di pianificazione territoriale di Comune, Provincia e Autorità Portuale. La convergenza delle decisioni di pianificazione darà valore aggiunto alla possibilità di ottenere il necessario finanziamento dell'opera", conclude il comunicato.

Il progetto risponde al rilievo, per quanto riguarda Brindisi, della Corte dei Conti europea dell'aprile scorso che potrebbe riferirsi al "potenziamento e alla messa a norma della Piattaforma logistica (ex punto di presa e consegna) di Costa Morena Est con la rete ferroviaria del Consorzio Asi e quindi alla rete nazionale, per un costo complessivo di 6 milioni di euro", citando il Piano delle opere triennale (Pot) 2012-2014 dell'Autorità portuale di Brindisi, e anche alla "realizzazione della rete ferroviaria tra le banchine di Costa Morena Est e la Piattaforma logistica costituita da tre fasci di binari, per una spesa complessiva di 1,1 milioni di euro".

Ma anche l'impegno delle Regioni della dorsale adriatica dalle Marche alla Puglia perché - come auspica una mozione approvata alla Camera dei Deputati il 20 dicembre 2011 - il corridoio Baltico - Adriatico non si fermi a Ravenna ma prosegua verso Sud, ai porti di Bari e Brindisi. Ma è appunto necessario che vengano realizzate le piattaforme logistiche intermodali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piattaforma logistica, c'è il progetto

BrindisiReport è in caricamento