menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto, colmata: "No distruttivi per l'economia, senza un'alternativa fattibile"

Il presidente di Confindustria Brindisi : "Sorpresi ed amareggiati nel constatare nuovamente il modo alquanto discutibile con cui vengono trattate questioni di importanza fondamentale per lo sviluppo economico, ma anche sociale"

Riceviamo e pubblichiamo un intervento del presidente di Confindustria Brindisi, Patrick Marcucci, sulla questione riguardante il dragaggio dei fondali del porto e la vasca di colmata a Capobianco.

Con grande stupore, ancora una volta, prendiamo atto di quanto riportato dagli organi di informazione in merito alla vicenda del dragaggio dei fondali del porto e della vasca di colmata a Capobianco. Per entrare nello specifico, apprendiamo che l’Assessore Prof. Borri – anticipando il parere negativo del Comune sul progetto relativo alla struttura in parola – ha avuto modo di manifestare, con toni molto forti, il proprio dissenso sulla prosecuzione dell’opera. 

Riteniamo doveroso dichiararci in sintonia con la gran parte delle prese di posizione di rappresentanti del territorio avvenute nelle ultime ore.  Patrick Marcucci-2In particolare, siamo sorpresi ed amareggiati nel constatare nuovamente il modo alquanto discutibile con cui vengono trattate questioni di importanza fondamentale per lo sviluppo economico, ma anche sociale.

Gli esponenti dell’Amministrazione comunale devono essere consapevoli dei loro doveri e delle loro responsabilità nei confronti dei cittadini piuttosto espresso ed attuato nello svolgimento dei ruoli ricoperti. Infatti, l’opposizione continua e totale su temi concernenti lo sviluppo industriale e, nel caso specifico, della portualità deve necessariamente basarsi su riscontri oggettivi e normativi, non su sterili posizioni ideologiche. 

Dato per scontato che tutti possono avere la propria visione su tematiche di tale rilevanza, ad un No deve corrispondere un’alternativa fattibile, altrimenti atteggiamenti di questo tipo risultano essere puramente distruttivi.

Pertanto, agli Amministratori locali noi chiediamo: quando, come e cosa vogliono fare per sviluppare concretamente la nostra economia, in modo anche da garantire un futuro migliore per i nostri figli. In conclusione, Confindustria Brindisi ribadisce la propria completa disponibilità al fine di trovare soluzioni condivise per il bene comune. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento