rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Economia

Porto: commissario, ipotesi Lolli

BRINDISI - Potrebbe essere l'ammiraglio in congedo Ferdinando Lolli il commissario per l'Autorità Portuale di Brindisi che il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture si appresterebbe a nominare. L'ipotesi è sostenuta da alcune fonti autorevoli. Lolli, 66 anni, è attualmente presidente del consiglio di amministrazione di Stazioni Marittime Spa, la società che governa le strutture del porto di Genova riservate al traffico passeggeri, carica alla quale è stato nominato nel maggio dello scorso anno.

BRINDISI - Potrebbe essere l'ammiraglio in congedo Ferdinando Lolli il commissario per l'Autorità Portuale di Brindisi che il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture si appresterebbe a nominare. L'ipotesi è sostenuta da alcune fonti autorevoli. Lolli, 66 anni, è attualmente presidente del consiglio di amministrazione di Stazioni Marittime Spa, la società che governa le strutture del porto di Genova riservate al traffico passeggeri, carica alla quale è stato nominato nel maggio dello scorso anno.

Ma Lolli ha alle spalle una lunga e importante carriera che al culmine lo ha visto ispettore del Corpo delle Capitanerie di Porto, quindi comandante del porto di Genova, ed infine nel 2010 comandante generale dello stesso Corpo delle Capitanerie di Porto. Quindi una persona che riassume il massimo dell'esperienza nel settore di competenza dell'autorità marittima e della sicurezza della navigazione, e più recentemente anche quella del management di un'azienda portuale con un compito strategico, il traffico passeggeri, nel più grande porto italiano. Nei prossimi giorni si capirà se tale ipotesi sia fondata e soprattutto se si concretizzerà.

In tal caso, l'ammiraglio Lolli reggerebbe il porto di Brindisi sino al pronunciamento del Consiglio di Stato sulla legittimità o meno della nomina di Iraklis Haralambidis alla presidenza dell'ente, che il Tar di Lecce ha annullato con sentenza del 26 giugno rilevando che un cittadino non italiano non può assumere quel genere di incarico. Se il supremo organo della giustizia amministrativa non modificherà la decisione del Tar salentino, Lolli resterà comunque sino alla designazione del nuovo presidente dell'Authority, e in tempi di grandi incertezze politiche, stabilire quando ciò potrebbe avvenire è davvero un'impresa ardua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto: commissario, ipotesi Lolli

BrindisiReport è in caricamento