Domenica, 1 Agosto 2021
Economia

Precari Ecotecnica sul cornicione e sit in ex Gse: doppia protesta a Brindisi

Incontro dei sindacati con il sindaco Riccardo Rossi, esposta la situazione difficile dei lavoratori Dcm e Dar

BRINDISI - Giornata di proteste presso il Comune di Brindisi, oggi, venerdì 9 luglio 2021. Protagonisti due precari di Ecotecnica e i cassintegrati ex Gse. Due lavoratori precari che da anni lavorano per Ecotecnica (che si occupa della raccolta rifiuti in città) sono riusciti a salire sul cornicione del Palazzo di città, perché chiedono la stabilizzazione del contratto. Sono stati raggiunti sal sindacalista Vincenzo Cavallo della Cisl. I lavoratori hanno esposto anche uno striscione. Sotto, a vigilare sulla situazione, carabinieri, polizia locale e Digos.

sit in lavoratori dema dar-2

Sempre oggi, Cobas,Fismic, Uglm, Comitato Cassaintegrati Dcm, Rsu Dar hanno svolto il programmato sit in e con la partecipazione della Fim-Cisl hanno svolto un incontro con il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi. Gli interventi sindacali e del rappresentante dei cassaintegrati hanno rappresentato al sindaco "la difficile situazione in cui si abbandonano per strada i lavoratori Dcm mentre arrancano quelli di Dar. L'impegno fattivo richiesto al sindaco è diventato però qualcosa di concreto: alla programmata riunione del 14 luglio in Prefettura a Brindisi il sindaco Rossi, a nome di tutti, chiederà la partecipazione al tavolo dei rappresentanti di Dcm che non comparivano in elenco. Solo così potremo iniziare a costruire la possibilità di rimanere uniti come lavoratori, traguardare insieme la possibile ripresa dei mercati aeronautici od altre possibilità ancora", spiegano dal Cobas.

L'assemblea di questa mattina ha confermato la volontà di andare a Bari venerdì 16 Luglio alle 9 dal presidente Michele Emiliano per "chiedergli di mantenere l'impegno preso con i cassaintegrati Dcm durante la campagna elettorale. La solidarietà raccolta con enti e istituzioni pugliesi dovrà portare successivamente ad un incontro al Mise, ministero dello Sviluppo economico, per raccogliere piani industriali seri e tenere agganciati i lavoratori Dcm al gruppo Dema", conclude il Cobas in un comunicato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precari Ecotecnica sul cornicione e sit in ex Gse: doppia protesta a Brindisi

BrindisiReport è in caricamento