Cambio di appalto alla Federico II: otto lavoratori in esubero

Presidio all'esterno della centrale da parte dei dipendenti della ditta Maine. I sindacati chiedono un incontro in prefettura

Presidio lavoratori Maine con il segretario provinciale della FIom Brindisi, Angelo Leo

BRINDISI – Dopo il cambio di appalto, restano di ritrovarsi senza lavoro. Otto lavoratori della ditta Maine si sono ritrovati stamani (mercoledì 13 marzo) all’esterno della centrale Enel Federico II di Cerano, nell’ambito di un presidio al quale hanno partecipato anche i rappresentanti delle sigle sindacali Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Cobas. L’appalto in questione è quello delle manutenzioni. Il gruppo di aziende subentrato alla Maine, da quanto appreso da fonti sindacali, al momento non ha dato disponibilità ad assorbire gli operai in esubero. Finora sono infatti falliti i tentativi di mediazione fatti tramite Confindustria. 

“Si tratta di una questione molto grave - dichiara il segretario provinciale della Fiom Brindisi, Angelo Leo – perché non è mai accaduto che nei cambi di appalto i lavoratori rimanessero a casa e se dovesse passare in questa occasione un messaggio del genere, si aprirebbe un varco pericolosissimo anche per gli altri cambi di appalto”.

Nella giornata odierna i sindacati formuleranno al prefetto di Brindisi una richiesta unitaria di incontro affinché si possa convocare un tavolo con la committenza (Enel), le dite, sia i cedenti che i subentranti, e ovviamente gli stessi sindacati. 

“Anche perché – rimarca Leo - oggi si tratta di otto lavoratori, un numero tutt’altro che esorbitante. Troviamo incredibile che non ci sia stato un sforzo comune per assorbirli. Ma se questa cosa passasse diventerebbe estremante pericolosa, perché si violerebbe un principio consolidato di clausola sociale che, anche se non scritta, prevede la salvaguardia dei posti di lavoro”.  “Nell’ipotesi malaugurata che non ci fossero riscontri positivi entro oggi  -conclude Leo - saremo costretti a ripetere il ripetere anche domani il presidio”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, App di un brindisino emigrato a Londra dopo la laurea

  • Scontro fra auto e bici: muore infermiera, un arresto per omicidio stradale

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Ospedale Perrino, l'oncologa Palma Fedele premiata per empatia con le pazienti

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento