menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zes: "Il Comune di Brindisi sarà rappresentato nel gruppo di lavoro"

Stamani, a Bari, prima seduta del gruppo di lavoro. Presente anche il presidente della Camera di Commercio di Brindisi, dopo le polemiche per l'esclusione dell'ente camerale

BRINDISI – Anche il presidente della Camera di Commercio di Brindisi, Alfredo Malcarne, ha preso parte stamani (19 ottobre) alla prima riunione del gruppo di lavoro della Zes (Zona economica speciale) Adriatica svoltosi a Bari. Dopo le polemiche divampate ieri per l’esclusione dell’ente camerale di Brindisi dal tavolo, Malcarne (già designato come componente del gruppo di lavoro dalla giunta regionale tramite una delibera, la n. 1626/2017, successivamente rettificata con una lettera inviata alla Camera di Commercio di Brindisi a meno di 48 ore dall’appuntamento) è stato invitato nelle vesti di delegato di UnionCamere Puglia. Le prossime sedute, fra l'altro, da quanto si apprende da una nota della Regione, saranno allargante anche ai sindaci di Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli. 

Costituito un tavolo ristretto

Nel corso della seduta odierna, sono stati definiti i compiti dello stesso organismo, a partire dalla delimitazione delle aree che saranno oggetto della proposta che la Regione Puglia formulerà al Governo nazionale e dalle funzionalità della stessa Zes, che, nel caso specifico, non potranno non riguardare la logistica.

Nella Zes potranno essere inclusi anche territori non contigui, a condizione che abbiano un nesso economico e funzionale con le strutture portuali. Il Gruppo di lavoro dovrà concludere i lavori entro il mese di novembre, in ragione del fatto che il governo nazionale conta di emanare entro dicembre 2017 il decreto per il riconoscimento delle Zes.

Nel corso della riunione si è deciso di dar vita ad un tavolo ristretto che avrà il compito di esaminare le proposte che giungeranno da ogni componente del gruppo di lavoro. Il tutto, con l’obiettivo di agevolare i percorsi decisionali. Il tavolo sarà coordinato dall’assessore regionale al bilancio Raffaele Piemontese e sarà composto dal Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale dell’Adriatico meridionale Ugo Patroni Griffi, dal Rettore dell’Università di Bari Antonio Uricchio, dal Presidente del Consorzio ASI di Brindisi Domenico Bianco (anche in veste di presidente di Ficei Puglia) e dal senatore Salvatore Tomaselli.

Gruppo di lavoro Zes 2-2

L’assessore Michele Mazzarano

"Con questo provvedimento si apre finalmente anche in Italia la stagione della fiscalità differenziata o di vantaggio - ha commentato l'assessore regionale allo Sviluppo Economico, Michele Mazzarano -  una grande prova per le regioni e per i territori di più regioni. Perchè tra i temi previsti dalla legge c'è anche quello di prevedere, per le Regioni sui cui territori non insistono porti Cor, di poter partecipare alle Zes delle regioni alle quali sono state riconosciute Autorità portuali di sistema. Grazie anche al lavoro del senatore Tomaselli la Puglia ne ha due. Per quanto riguarda Taranto è stata manifestata da parte della Regione Basilicata la volontà di farne parte. Per la Zes Adriatica il gruppo di lavoro dovrà verificare se ci sono altre Regioni o aree di altre Regioni interessate, ed ovviamente, la reale convenienza a prendere in considerazione anche questa ipotesi".

"Mi aspetto che i lavori del tavolo tecnico procedano speditamente e seguendo le indicazioni previste dalla legge e dal decreto attuativo che aspettiamo in tempi rapidi - ha concluso l'assessore regionale al Bilancio, Raffaele Piemontese, che coordinerà il tavolo della ZES Adriatica - affinché possiamo elaborare in tempi altrettanto rapidi il piano strategico e candidare entrambe le Zes pugliesi, sia quella Adriatica, che,quella di Taranto. Abbiamo una grande opportunità, abbiamo il dovere di coglierla pienamente".
 

Il presidente della Camera di Commercio di Brindisi

Alfredo Malcarne, dopo la polemica innescata ieri per l’esclusione dell’ente camerale di Brindisi dal gruppo di lavoro, oggi ha adottato toni più conciliati. “Il sistema camerale di Brindisi, Bari e Foggia – dichiara il presidente – è unito nel dare il proprio contributo in termini di competenza, conoscenza e utilizzazione della banca dati informativa anche in questo gruppo di lavoro, oltre a fornire il proprio know How per la accelerazione delle pratiche amministrative relative alle imprese coinvolte nella Zes”.

Il “In ultimo, su nostro invito – prosegue Malcarne - il gruppo di lavoro verrà integrato con la presenza del Comune di Brindisi. E come si dice dalle nostre parti, buon vento a tutti”. 

Il presidente del consorzio Asi di Brindisi

“Abbiamo fatto presente – ha affermato il Presidente del Consorzio ASI di Brindisi Domenico Bianco, anche in veste di Presidente dei Consorzi Asi di Puglia (Ficei) – la necessità della presenza nel Gruppo di lavoro di un rappresentante del Comune di Brindisi, argomentando tale necessità con il ruolo strategico che la città di Brindisi riveste nello scacchiere logistico adriatico e pugliese più in generale. Una proposta accolta in maniera unanime, tanto è vero che l’organismo sarà implementato già dalla prossima riunione”.
 “Colgo l’occasione – ha concluso il Presidente Bianco – per ringraziare l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico Michele Mazzarano che ha inteso contribuire al riconoscimento del ruolo strategico di Brindisi nell’ambito della ZES in via di costituzione, anche attraverso la composizione del tavolo ristretto di lavoro”.

Gruppo di lavoro Zes 3-2

Il consigliere regionale Bozzetti

“Il Gruppo di Lavoro per la Zes del mare Adriatico così come è stato fatto per Taranto - spiega il consigliere regionale del Movimento 5 stelle - è sicuramente un utile strumento di confronto tra tutti gli attori interessati, soprattutto per quanto riguarda le singole realtà territoriali, che materialmente potranno poi usufruire dei vantaggi dati dalla zona economica speciale”: Nel corso della riunione, come preannunciato ieri, Bozzetti ha chiesto la partecipazione del Comune di Brindisi ai prossimi tavoli. 

“Sono soddisfatto - spiega il consigliere cinquestelle - che la richiesta sia stata subito accolta dall'Assessorato, ristabilendo anche un equità territoriale all'interno del gruppo di lavoro; ho quindi provveduto ad informare tempestivamente anche il commissario Giuffrè dell'iniziativa. Ricordiamo infatti che il porto di Bari e il porto di Brindisi sono i due porti più grandi presenti all'interno dell’Autorità di Sistema Portuale del mare Adriatico, per questo ritenevamo opportuno prevedere, oltre ad una rappresentanza del Comune di Bari e della Città Metropolitana, anche quella dell’amministrazione comunale brindisina. Riteniamo fondamentale - conclude - il contributo che tutti i soggetti coinvolti potranno dare per la migliore riuscita del progetto di sviluppo dell'intero sistema portuale e retroportuale Adriatico pugliese”.

Il presidente Cna Brindisi

"Il riconoscimento del ruolo di Brindisi all’interno della costituenda Zes adriatica della Puglia - afferma il presidente della Cna di brindisi, Franco Gentile - costituisce senza dubbio il risultato più importante ottenuto stamattina nel corso del primo incontro del gruppo di lavoro. 
Salutiamo con soddisfazione il recupero di un ruolo dell’ente camerale brindisino, così come l’invito a far parte dello stesso Gruppo che adesso sarà rivolto anche ad un rappresentante del Comune di Brindisi". 

"Riteniamo, in ogni caso - prosegue Gentile - che il risultato più importante sia rappresentato dalla presenza, nel Tavolo ristretto, di due brindisini sui quattro componenti previsti. Il senatore Salvatore Tomaselli e il Presidente del Consorzio Asi Mimmo Bianco, infatti, potranno ben valutare le proposte che giungeranno su quel tavolo e far valere le ragioni del nostro territorio. L’obiettivo, è bene ricordarlo, consiste nel rendere strategico il ruolo di Brindisi nell’ambito della Zes, utilizzando al meglio anche la possibilità di inserire anche territori non contigui, pur se funzionali al ruolo logistico del porto".

 "In questo senso - conclude Gentile - suggeriamo al senatore Tomaselli ed al presidente Bianco di convocare, possibilmente prima del prossimo incontro del gruppo di lavoro, un incontro istituzionale finalizzato ad ottenere la massima condivisione delle proposte che si riferiscono al territorio brindisino".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

  • Cronaca

    Falsa infermiera a casa per prenotare i vaccini: monito dell'Asl

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento