rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Economia

Provincia al collasso: "Regione e governo trovino i soldi per strade e scuole"

Tre parlamentari e il consigliere regionale Bozzetti hanno partecipato a un incontro sul bilancio della Provincia di Brindisi che si è svolto stamani

BRINDISI – Parlamentari e consiglieri regionali chiamano in causa il governo e la Regione per salvare la Provincia di Brindisi dal default. Nel corso di un tavolo istituzionale che si è svolto stamani (2 ottobre) presso la sede dell’ente provinciale sono state messe a punto delle istanze che arriveranno a Roma e Bari. L’obiettivo è quello di garantore le funzioni fondamentali (il riscaldamento nelle scuole e la manutenzione delle strade provinciali) e i posti di lavoro sia del personale della Provincia (che venerdì prossimo, 6 ottobre, effettueranno un sit in di protesta in piazza Santa Teresa) che dei dipendenti della Santa Teresa.

Incontro sulla Provincia 3-2

All’incontro, convocato dal presidente della Provincia, Maurizio Bruno, hanno partecipato gli stessi parlamentari che avevano già preso parte alla riunione della scorsa settimana sul destino della partecipata (i senatori Salvatore Tomaselli e Piero Iurlaro, la deputata Elisa Mariano) e il consigliere regionale Gianluca Bozzetti (Movimento 5 stelle), oltre al capo di gabinetto della prefettura, Maria Antonietta Olivieri, ai consiglieri provinciali e ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali. Come noto, i dirigenti della Provincia hanno espresso parere negativo rispetto a una delibera di Bruno attraverso la quale si chiedeva di redigere un programma di interventi su scuole e strade,  utilizzando una parte dei 2,5 milioni di euro stanziati di recente dal governo.

Ma questa somma, sulla base anche di quanto previsto dalle normative vigenti, può essere utilizzata solo per tamponare il deficit di 12 milioni di euro che affligge il bilancio provinciale. Come fare, allora, per garantire almeno fino al 31 dicembre i riscaldamenti nelle scuole medie e superiori e la manutenzione delle strade? La soluzione non può che passare dal coinvolgimento di Regione e governo.

Incontro sulla Provincia 2-3

“Bisogna impegnare i nostri parlamentari e consiglieri regionali – dichiara Bruno al termine della riunione – a recuperare quante più risorse possibile per le Province italiane vicine al default, nell’ambito della discussione sulla legge di stabilità”. Bruno chiede una sorta di compenso per quel 20 per cento delle Province italiane che nel 2014 subirono pesanti tagli, a favore del restante 80 per cento di Province che versava in condizioni difficoltà. Dopo la mancata approvazione della riforma costituzionale (che prevedeva la nascita delle Aree Vasta al posto delle Province), però, non stata adottata alcuna contromisura per sostenere gli enti in crisi. “Nel 2014 abbiamo contribuito a salvare l’80 per cento delle Province – prosegue Bruno – adesso facciamo parte di quel 20 per cento che nessuno vuole salvare. Non chiediamo chissà che. Qui si parla solo di pareggiare il bilancio per garantire il servizio minimo fondamentale".

Se al governo centrale si chiedere di inserire un capitolo riguardante le Province in difficoltà nella legge di stabilità, alla Regione si chiede di aprire un fondo ad hoc per le province di Brindisi e Lecce e di stanziare le risorse per le funzioni fondamentali, sbloccando un contenzioso in corso da anni. “Vorremmo che la politica – conclude Bruno – superi questo contenzioso. Non aspettiamo il 2019. Cerchiamo di chiudere il prima possibile questa vicenda”. 

Cobas: "Pronti a rivolgerci alla Procura""

Il sindacato Cobas, intanto, si dice pronto a rivolgersi "alla Procura della Repubblica denunciando la Provincia per interruzione di pubblico servizio  nel caso i servizi fondamentali, strade e manutenzione scuole ed il riscaldamento delle stesse , non vengano finanziate". "Alla fine  della riunione la Provincia si è rivolta alla dottoressa Olivieri -  si legge in una nota a firma del segretario provinciale del Cobas, Roberto Aprile -  affinché si possa trovare qualche soluzione con l’aiuto del Prefetto a poter utilizzare parte dei soldi arrivati da Roma".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia al collasso: "Regione e governo trovino i soldi per strade e scuole"

BrindisiReport è in caricamento