rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Economia Francavilla Fontana

Pulizie nell'ospedale di Francavilla Fontana, Cobas pronto allo sciopero

Contro l'orario spezzato delle dipendenti della ditta Meridionale Servizi. E l'annuncio del sindacato di una vertenza contro la Regione Puglia per far rientrare il servizio all'interno di Sanitaservice

BRINDISI - Il sindacato Cobas è pronto "a dichiarare lo sciopero di tutte e tutti i dipendenti della ditta Meridionale Servizi dopo che ha incontrato presso la Asl di via Napoli a Brindisi, giovedì 21 aprile, l'azienda, titolare del servizio di pulizie presso ospedali e strutture della Asl in Provincia di Brindisi, la stessa Asl con il direttore amministrativo Andrea Chiari, il direttore amministrativo dell'ospedale di Francavilla Fontana, Gabriele Argentieri, il direttore sanitario dell'ospedale di Francavilla, Antonio Montanile, per discutere della richiesta Cobas di eliminare l'orario spezzato per numerose dipendenti dell'ospedale di Francavilla Fontana".

Per il Cobas si tratta di "un orario di lavoro che le costringe ad andare avanti e indietro dal paese di provenienza  due volte al giorno, che cancella qualsiasi possibilità di un minimo di vita normale e uno stress oltremisura vietato dalle stesse leggi sulla sicurezza (stress correlato)". Questo tentativo di conciliazione, previsto per legge, è quindi andato a vuoto - dicono dal Cobas - aprendo la strada a "proteste ancora più vigorose che coinvolgeranno tutto il personale di Meridionale Servizi presente nella provincia di Brindisi, essendo le pulizie gestite dal socio Colser nella sola città di Brindisi", chiosano dal sindacato.

Il Cobas ha deciso di aprire inoltre una vertenza contro la Regione Puglia, a cui si chiede di far rientrare il servizio di pulizie all'interno di Sanitaservice. Spiegano dal Cobas: "La esternalizzazione del servizio delle pulizie si è reso obbligatorio dopo una sentenza della magistratura; l'impegno della Asl di Brindisi ,tramite un accordo sindacale, era di far rientrare il servizio di pulizie in Sanitaservice dopo un anno. La Regione e l'Asl di Brindisi non possono fare una ottima cosa come l'assunzione dei precari Sanitaservice del periodo Covid di Sanitaservice presso la nuova azienda delle pulizie per poi gettarli nel baratro di un impossibile orario spezzato".

Nel verbale sottoscritto a seguito della riunione, il Cobas ha dichiarato: "Il segretario provinciale Cobas prende atto delle dichiarazioni dei presenti e comunica la disponibilità alla dichiarazione dello sciopero da parte dei lavoratori della Meridionale Servizi. Non si può fare altro dopo impossibili condizioni di lavoro in cui vivono tanti dipendenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pulizie nell'ospedale di Francavilla Fontana, Cobas pronto allo sciopero

BrindisiReport è in caricamento