Economia

"Recupere il patrimonio edilizio per far ripartire l'economia in città"

Incontro organizzato da Ance sul tema del recupero del patrimonio edilizio per far ripartire l'economia in città

BRINDISI - Ripartire dalle costruzioni attraverso il recupero del patrimonio edilizio esistente per creare nuove opportunità di lavoro e far ripartire l’economia della città. Questi, in sintesi, i temi affrontati in un incontro che lo scorso 7 settembre si è svolto a Palazzo di Città, tra l’Amministrazione comunale e Ance Brindisi.

L’incontro, introdotto dall’assessore ai Lavori Pubblici, Salvatore Brigante, ha visto – inoltre – la partecipazione dell’assessore alla Programmazione Economica, Marina Miggiano e dell’Assessore all’Urbanistica, Gianpiero Campo. Per Ance Brindisi erano presenti il presidente, Pierluigi Francioso, i vice presidenti, Angelo Campana e Antonio Gioia, accompagnati dai funzionari della struttura: Valentina Corrado e Diego Mangia.

L’incontro si inserisce nell’ambito di una serie di confronti che l’amministrazione comunale intende avviare con le Associazioni datoriali e sindacali cittadine, nonchè con gli ordini professionali, al fine di giungere alla sottoscrizione di un “Patto per il lavoro a Brindisi”.  L’assessore Brigante ha specificato che proprio l’edilizia – da sempre volano per l’economia – può rappresentare il settore da cui ripartire puntando, in particolare, alla riqualificazione e alla rigenerazione urbana, piuttosto che sull’ulteriore consumo di suolo.

Le periferie cittadine e gli immobili demaniali in disuso potrebbero, così, rientrare in un’ampia programmazione in grado di attrarre investimenti privati ed intercettare i fondi comunitari 2014-2020.  L’amministrazione comunale sta già valutando, tra l’altro – nell’ambito delle misure anticrisi da adottare – di introdurre un incentivo sperimentale per ridurre gli oneri di urbanizzazione, a fronte di interventi di edilizia turistico-ricettiva eseguiti secondo le prescrizioni del protocollo Itaca.

Il presidente di Ance Brindisi – dopo aver chiarito che il modello di sviluppo futuro della città su cui lavorare passa necessariamente attraverso le scelte politiche – ha manifestato la più ampia disponibilità dell’Associazione a collaborare con l’Amministrazione comunale per dare attuazione concreta ai progetti che la stessa vorrà realizzare, anche con il supporto della qualificata struttura di Ance nazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Recupere il patrimonio edilizio per far ripartire l'economia in città"

BrindisiReport è in caricamento