Regione Puglia, bando bio-itinerari

BARI – Innovazioni nel settore agricolo pugliese grazie al Programma di Cooperazione Transnazionale Med – progetto Novagrimed – innovazioni nell’agricoltura dei paesi del Mediterraneo. L’avviso pubblico per la manifestazione d’interesse rientra nel progetto “Bioitinerario della via Traiana”. Possono partecipare al progetto associazioni culturali e ambientaliste, enti pubblici tra cui gli enti parco, soggetti che erogano servizi culturali e ambientali legati alla conoscenza del territorio, aziende che trasformano prodotti bio, masserie didattiche, ristoranti con menù bio, punti vendita bio e aziende agricole e agrituristiche. Il bando scadrà il 30 novembre 2011. Partner del progetto, Novagrimed – innovazioni agricole in area Mediterranea.

L'Area marina protetta di Torre Guaceto

BARIInnovazioni nel settore agricolo pugliese grazie al Programma di Cooperazione Transnazionale Med – progetto Novagrimed – innovazioni nell’agricoltura dei paesi del Mediterraneo. L’avviso pubblico per la manifestazione d’interesse rientra nel progetto “Bioitinerario della via Traiana”. Possono partecipare al progetto associazioni culturali e ambientaliste, enti pubblici tra cui gli enti parco, soggetti che erogano servizi culturali e ambientali legati alla conoscenza del territorio, aziende che trasformano prodotti bio, masserie didattiche, ristoranti con menù bio, punti vendita bio e aziende agricole e agrituristiche. Il bando scadrà il 30 novembre 2011. Partner del progetto, Novagrimed – innovazioni agricole in area Mediterranea.

La Regione Puglia, con il supporto tecnico dell’Istituto Agronomo Mediterraneo di Bari (Iamb), ha avviato un progetto pilota di bio - itinerario che mette insieme soggetti pubblici e privati tra cui aree naturali protette, beni d’interesse storico culturale, associazioni culturali, aziende agricole biologiche, agriturismi siti in un contesto territoriale di grande valenza paesaggistica e dal forte appeal turistico. Azioni innovative e concertate volte allo sviluppo di sistemi agricoli integrati, alla valorizzazione territoriale dei prodotti ed a sostegno della governante regionale per la crescita ed il rafforzamento della competitività dell’agricoltura mediterranea.

Questo in sintesi l’obiettivo del Programma di cooperazione transnazionale Med della Regione Puglia, Area politiche per la promozione del territorio, dei saperi e dei talenti – servizio Mediterraneo. La mission sarà quella di creare, sulla base delle diverse esperienze delle Regioni partner (Sardegna, Murcia (Spagna), Provence – Alpes – Cote d’Azur (Francia), Tessaglia(Grecia) azioni volte a migliorare e valorizzare il territorio.

Il progetto pilota, in sintesi, è funzionale alla elaborazione di un modello da esportare in area transnazionale, propone di rappresentare delle eccellenze presenti su un dato territorio avente elementi di pregio paesaggistico, storico – culturale e naturalistico, per dare risalto all’agricoltura biologica, sensibilizzando l’opinione pubblica sull’importanza del collegamento tra agricoltura sostenibile e corretta alimentazione, produzioni agricole e valenze territoriali.

Punti di forte interesse in Puglia sono ad esempio le zone fra Ostuni e Fasano o l’area che va da Egnazia alla Riserva di Torre Guaceto (comprese le zone più a sud) ove persistono gli olivi monumentali attraversati dalla via Traiana – un’antica strada romana costruita fra il 108 ed il 110 d.C. - e che negli ultimi anni si è caratterizzato per una certa vivacità imprenditoriale nel settore dell’agricoltura biologica e multifunzionale in connessione con le risorse del territorio.

Con il progetto pilota del  “BioItinerario della via Traiana”, si intende non solo percorrere quest’antica via romana ma, nello stesso tempo, mettere a rete tutte queste buone pratiche al fine di farle conoscere ad una platea più vasta di turisti e visitatori che frequentano la Puglia nei diversi periodi dell’anno.  Il progetto pilota svolgerà un’attività di start-up in un percorso di sviluppo rurale che, anche dopo la conclusione del progetto Novagrimed, potrà vedere consolidata una rete di relazioni tra soggetti pubblici e privati che hanno come obiettivo comune quello di perseguire modelli di sviluppo rurale sostenibile mediante l’agricoltura biologica.

Il bando è scaricabile sul sito internet della Riserva di Torre Guaceto https://www.riservaditorreguaceto.it/bandi_attivi.aspx. Le manifestazioni d’interesse dovranno pervenire, entro il 30 novembre 2011 tramite raccomandata A/R o consegna a mano presso la sede del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, sita in via Sant’Anna, 6 a Carovigno (Br). Per ulteriori informazioni si può telefonare al numero 392.9555541 oppure inviare una email all’indirizzo segreteria@riservaditorreguaceto.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Banditi nel McDonald's del Brin Park affollato di bambini

  • Incendio in un condominio, in salvo persone bloccate

  • Lite fra vicini sfocia nel sangue: uomo preso a sprangate in testa

  • Lite poi gli spari davanti al mercato della "Corazzata", al Paradiso

  • Oltre 40 grammi di cocaina nascosti in cucina: arrestato un operaio

  • Brindisi "Il porto più bello del mondo". Con i nuovi accosti e un parco urbano

Torna su
BrindisiReport è in caricamento