rotate-mobile
Economia

Riapre lo Snim. "Ma dobbiamo pensare ad una location più adeguata"

BRINDISI - Taglio del nastro per la nona edizione del Salone Nautico di Puglia. La manifestazione si svolge anche quest’anno nel Seno di Levante, sulla banchina di Sant'Apollinare e all'interno dello storico capannone industriale ex Montecatini fino al 27 marzo. Quest'anno l'area mare conta la presenza di settanta aziende del settore in diecimila metri quadri di esposizione. La nuova sezione nautica di Confindustria Brindisi, inoltre, presenterà il progetto del “Polo Nautico di Brindisi”, che coinvolge sedici aziende del territorio (tra le adesioni si segnalano Ucina, il Distretto nautico del Lazio, la Camera di commercio di Latina e il Consorzio nautico delle Marche). Compito della Lega Navale Italiana sarà invece sviluppare i temi della salvaguardia ambientale e della promozione culturale del mare.

BRINDISI - Taglio del nastro per la nona edizione del Salone Nautico di Puglia. La manifestazione si svolge anche quest'anno nel Seno di Levante, sulla banchina di Sant'Apollinare e all'interno dello storico capannone industriale ex Montecatini fino al 27 marzo. Quest'anno l'area mare conta la presenza di settanta aziende del settore in diecimila metri quadri di esposizione. La nuova sezione nautica di Confindustria Brindisi, inoltre, presenterà il progetto del "Polo Nautico di Brindisi", che coinvolge sedici aziende del territorio (tra le adesioni si segnalano Ucina, il Distretto nautico del Lazio, la Camera di commercio di Latina e il Consorzio nautico delle Marche). Compito della Lega Navale Italiana sarà invece sviluppare i temi della salvaguardia ambientale e della promozione culturale del mare.

Alla cerimonia ufficiale hanno preso parte il sindaco di Brindisi Domenico Mennitti, il presidente della Provincia, Massimo Ferrarese, il prefetto Nicola Prete, il presidente dell'Autorità portuale, Giuseppe Giurgola, il vice presidente della Camera di Commercio, Cosimo Convertino, il presidente nazionale della Lega navale italiana, l'ammiraglio Marcello De Donno e, il presidente di Area progetti (la società organizzatrice) Giuseppe Meo. Assente il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, che ha assicurato però la sua presenza in una delle prossime giornate.

A fare gli onori di casa, come ogni anno, il sindaco Domenico Mennitti. "Per la seconda volta - ha sottolineato - il Salone Nautico di Puglia si svolge su questo lato del porto, uno dei luoghi a noi più cari anche perché inaugurato dalla presenza del Sommo Pontefice. Un luogo da rendere sede permanente per manifestazioni che contribuiscano a qualificare la città dal punto di vista dello sviluppo turistico ed economico". Uno sviluppo che è il primo obiettivo dell'Amministrazione Comunale.

"Quella di quest'anno - ha spiegato il Presidente Meo - è un'edizione particolarmente importante ma dobbiamo pensare a voltare pagina e fare il salto di qualità. Per fare crescere questo evento c'è bisogno di qualche certezza in più. C'è bisogno di una location adeguata ad iniziative di questo tipo". "E' necessario - ha aggiunto Convertino - pensare di cominciare a creare quell'Ente Fiera che ci è stato portato via da quasi 45 anni".

A qualificare ulteriormente il Salone nautico di Puglia, per il secondo anno consecutivo, la presenza della Lega Navale Italiana, che porta il suo contributo solo ad altri due eventi fieristici in tutto il Paese: il Salone di Genova ed il Big Blu di Roma. "Crediamo con forza - ha spiegato l'ammiraglio De Donno - nel fatto che il Salone Nautico possa crescere fino a diventare il più importante evento di settore in tutto il Sud Italia. In questo solco si inserisce il nostro impegno per la diffusione della cultura del mare, la sua tutela e la sua valorizzazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre lo Snim. "Ma dobbiamo pensare ad una location più adeguata"

BrindisiReport è in caricamento