rotate-mobile
Economia

Rigenerazione urbana, Fasano prima

BARI - Con largo anticipo rispetto al termine previsto del 31 agosto prossimo sono state pubblicate le determinazioni di approvazione degli elenchi delle candidature ai fini della ammissione alla successiva fase negoziale, per l’utilizzo di 102 milioni di euro a valere sui fondi del P.O. Fesr 2007-2013, asse 7, dedicato alla rigenerazione di quartieri degradati di città medio grandi e di sistemi di centri minori con rilevanti potenzialità di valorizzazione ambientale e storico-culturale. Lo fa sapere l’assessorato regionale all’Urbanistica.

BARI - Con largo anticipo rispetto al termine previsto del 31 agosto prossimo sono state pubblicate le determinazioni di approvazione degli elenchi delle candidature ai fini della ammissione alla successiva fase negoziale, per l'utilizzo di 102 milioni di euro a valere sui fondi del P.O. Fesr 2007-2013, asse 7, dedicato alla rigenerazione di quartieri degradati di città medio grandi e di sistemi di centri minori con rilevanti potenzialità di valorizzazione ambientale e storico-culturale. Lo fa sapere l'assessorato regionale all'Urbanistica.

Fasano si piazza prima battendo Lecce, terza, e Bari, quinta, Francavilla Fontana si colloca alla casella numero 7 dell'elenco, Brindisi è numero 11 mentre per Mesagne c'è il posto numero 16 su 35 candidature. Ostuni purtroppo non è stata ammessa. Questo l'ordine di precedenza per la fase successiva.

Si tratta degli otto progetti di riqualificazione previsti per Torre Canne, frazione costiera di Fasano. «E' un risultato estremamente importante per il nostro territorio in termini di sviluppo - ha commentato il sindaco Lello Di Bari - che testimonia come la nostra strategia di puntare tutti gli obiettivi del Programma di rigenerazione sulla nostra più grande località marinara, si sia dimostrata vincente, rispetto a quanto, invece, facevano osservare alcune forze politiche che suggerivano di effettuare scelte diverse". Il programma degli otto progetti ammesso alla fase negoziale prevede la stima sommaria degli interventi pari a 2.993.900 euro (di finanziamento del Fesr) e 600mila euro (di cofinanziamento del Comune di Fasano).

Brindisi, come già detto, è risultata undicesima in graduatoria, con un finanziamento pari a 6.979.389, per un progetto relativo alla riqualificazione urbana di un'area della frazione di Tuturano e del Lungomare Regina Margherita. Lo specifica, con estrema soddisfazione, il vicesindaco Mauro D'Attis, il quale afferma che "si tratta di un risultato estremamente importante per il quale devo ringraziare la giunta comunale, il consigliere delegato per Tuturano, Mario Nubile, e l'intero consiglio comunale. Adesso si apre la fase negoziale per concretizzare l'intervento in questione".

Soddisfatta del funzionamento dell'operazione rigenerazione urbana l'assessore regionale Angela Barbanente. "La massiccia risposta comunale all'avviso (38 comuni con più di 20.000 abitanti e 189 piccoli centri compresi in 41 raggruppamenti) - dice l'Assessore Barbanente - conferma la bontà della strada intrapresa per favorire la riqualificazione di parti di città e sistemi urbani secondo l'approccio integrato, partecipato ed eco-sostenibile previsto dalla legge regionale 21/2008 'Norme per la rigenerazione urbana'. Si è riscontrata una buona integrazione a livello territoriale con la proposta di numerosi interventi di rete e con numerosi servizi alla cittadinanza, che hanno arricchito di nuove funzioni spazi e vuoti urbani periferici o poco utilizzati, spesso anche in sinergia con altre fonti di finanziamento e diversi soggetti pubblici e privati".

"Possiamo ora affermare- ha aggiunto l'assessore regionale all'Urbanistica - che la rigenerazione urbana, da attività poco praticata in Puglia a livello comunale e ancor meno a livello intercomunale, sta diventando pratica diffusa che coinvolge non solo le amministrazioni ma anche gli abitanti. Continueremo lungo questo percorso, convinti che per migliorare la qualità della vita degli abitanti e consolidare la capacità attrattiva dimostrata da città e territori di Puglia negli ultimi anni, occorra ancora investire molto in riqualificazione".

Angela Barbanente garantisce ai sindaci il massimo impegno anche sui tempi della negoziazione: "Siamo dunque tutti impegnati affinchè i tempi di attuazione siano rapidi come quelli dell'istruttoria regionale e affinchè siano recuperate risorse aggiuntive per soddisfare la grande domanda di riqualificazione emersa dai territori", ha concluso l'assessore. Qui sotto, il link per leggere e scaricare determina e graduatoria.

determina e graduatoria comuni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigenerazione urbana, Fasano prima

BrindisiReport è in caricamento