rotate-mobile
Economia

Riprendono il servizio due navi

BRINDISI – Si sblocca parzialmente, nel senso che nessuno dei problemi posti da armatori e agenti marittimi è risolto, la situazione dei collegamenti tra Brindisi, Grecia e Albania. Questa sera riprenderà i collegamenti la Ionian Queen della compagnia Endeavour, che è stata dissequestrata oggi grazie ad una intesa propiziata dai rapporti tra l’agente raccomandatario Massimo Sciscio e lo stesso armatore, mentre dovrebbe partire per Valona anche la Red Star One, che si alternerà con la Ionian Spirit.

BRINDISI - Si sblocca parzialmente, nel senso che nessuno dei problemi posti da armatori e agenti marittimi è risolto, la situazione dei collegamenti tra Brindisi, Grecia e Albania. Questa sera riprenderà i collegamenti la Ionian Queen della compagnia Endeavour, che è stata dissequestrata oggi grazie ad una intesa propiziata dai rapporti tra l'agente raccomandatario Massimo Sciscio e lo stesso armatore, mentre dovrebbe partire per Valona anche la Red Star One, che si alternerà con la Ionian Spirit.

In entrambi i casi, non si tratterà di collegamenti con tabelle prestabilite, ma di corse-spot legate alla domanda presente nei porti, da stabilire di comune accordo tra agenzie raccomandatarie e armatori. Ciò servirà a non tagliare totalmente fuori Brindisi dai collegamenti con i porti ellenici e con Valona, e sottolinea il senso di responsabilità delle compagnie - fanno sapere gli agenti - che pur senza ricevere riscontri da parte dell'Autorità Portuale, ma anzi in presenza di segnali che non sono certo di apertura e dialogo, dimostrano di essere attente agli interessi della città di Brindisi.

Ma si ci si aspetta che nelle more anche i governi locali spingano verso soluzioni idonee a fornire i supporti necessari al traffico passeggeri e ro-ro. Il prefetto Nicola Prete e il consigliere regionale Giovanni Brigante si sono incontrati casualmente stamani nel corso di una iniziativa presso l'Itis Giorgi, e lo stesso prefetto ha confermato che incontrerà una delegazione di agenti marittimi la prossima settimana, assieme a Brigante, per ascoltare le ragioni della categoria e delle compagnie armatrici. Resta fossato per il 28 febbraio un in contro analogo a Bari con l'assessore regionale ai Trasporti, Guglielmo Minervini.

Gli armatori e le agenzie chiedono, sino a quando non sarà operativa a Costa Morena una stazione marittima pubblica in grado di fornire assistenza ai passeggeri (sino ad oggi serviti solo dalla struttura privata presente all'esterno del varco doganale), una moratoria sulle tariffe di imbarco e politiche di incentivazione verso le compagnie.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riprendono il servizio due navi

BrindisiReport è in caricamento