menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il commissariato di Mesagne

Il commissariato di Mesagne

Saccheggio nelle aziende agroalimentari di Mesagne, la pista porta nel Foggiano

MESAGNE – E’ probabilmente una banda specializzata del Foggiano quella che ha preso di mira negli ultimi giorni due aziende agroalimentari di Mesagne. La settimana passata (venerdì notte) la Viander Sud di contrada Galina, la notte scorsa la Ruggiero Industria Conserviera Snc, sempre in contrada Santa Rosa Galina. Due colpi da parecchie migliaia di euro ciascuno, accomunati da un elemento: le aziende non avevano un servizio di guardiania. Di certo, la Ruggiero Snc non aveva neppure un contratto con un istituto di vigilanza. Il sistema di videosorveglianza invece sì: è quello che ha permesso alla polizia di stabilire che i ladri erano almeno in sei ma tutti incappucciati.

MESAGNE - E' probabilmente una banda specializzata del Foggiano quella che ha preso di mira negli ultimi giorni due aziende agroalimentari di Mesagne. La settimana passata (venerdì notte) la Viander Sud di contrada Galina, la notte scorsa la Ruggiero Industria Conserviera Snc, sempre in contrada Santa Rosa Galina. Due colpi da parecchie migliaia di euro ciascuno, accomunati da un elemento: le aziende non avevano un servizio di guardiania. Di certo, la Ruggiero Snc non aveva neppure un contratto con un istituto di vigilanza. Il sistema di videosorveglianza invece sì: è quello che ha permesso alla polizia di stabilire che i ladri erano almeno in sei ma tutti incappucciati.

Professionisti del saccheggio, forse uno dei gruppi criminosi della zona di San Severo che con estrema facilità passa dai grossi furti in stabilimenti e depositi, alle rapine sulle autostrade ai danni di Tir. Comunque gente che sapeva due cose: che c'erano le videocamere ma non il guardiano notturno. E un sistema di videosorveglianza che non fa scattare alcun allarme serve a ben poco. Tanto è vero che quello installato nella zona industriale di Brindisi fa capo ad una sala operativa. Mesagne, con la passata amministrazione di centrodestra ha ottenuto un finanziamento per una rete di monitoraggio urbano affidata a videocamere. Alla luce degli ultimi accadimenti, bisogna valutare forse una misura preventiva dello stesso genere per le aree dove si trovano insediamenti produttivi, e in ogni caso -come dimostra il furto alla Ruggiero Snc, e probabilmente anche quello alla Viander- non si tratta di fare i conti solo con la criminalità locale.

Dunque, il patrimonio dell'azienda saccheggiata la notte scorsa era di fatto già entrato nel mirino di gente che aveva programmato il colpo nei dettagli. Prima l'ingresso del commando attraverso un varco praticato nelle rete di recinzione, quindi un passaggio nel parco automezzi dove i ladri si sono facilmente impadroniti di due Tir, sui quali hanno caricato la merce già pronta per la spedizione: un ordine da poco meno 28 tonnellate di carciofini in salamoia. Si trattava di 32 pedane da 50 contenitori ciascuna, ognuno della capacità di 17 chili di prodotto semilavorato.

Un Tir con l'intero carico è stato poi rinvenuto dalla Polstrada in territorio di Taranto, bloccato dallo scoppio di due pneumatici. Il secondo è stato rinvenuto sempre oggi ma in provincia di Foggia, vuoto. Quindi la perdita per l'azienda ammonta a metà della merce che era stata rubata nel corso della notte. Il furto alla Ruggiero Industria Conserviera segue di qualche giorno quello alla Viander Agri Conserve. Accadimenti che hanno esasperato gli imprenditori che ora minacciano di chiudere, e comunque chiedono alle istituzioni un intervento deciso. Sui due furti indagano i poliziotti del commissariato di Mesagne e i carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento