menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanitaservice, rischio esternalizzazione: "Pronti allo sciopero"

Il sindacato Cobas contrario alla gara indetta dall'Asl Brindisi per l'affidamento a una ditta privata del servizio mensa

BRINDISI - Il sindacato Cobas è pronto a proclamare uno sciopero dei lavoratori della ditta Sanitaservice, se non verrà bloccata la gara indetta dalla Asl Brindisi tramite la quale viene esternalizzato a una ditta privata il servizio mensa, a seguito di una sentenza del Consiglio di Stato che ha accolto un ricorso della ditta Markas. 

La questione sarà al centro di un incontro fra le parti che nei prossimi giorni, da quanto si apprende da una nota del Cobas a firma di Roberto Aprile, segretario provinciale del sindacato, si svolgerà in prefettura. 

Per uscire dall’impasse, il Cobas ha proposto al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, di stoppare la gara nell’eventualità di una offerta vantaggiosa da parte della stessa Sanitaservice.  In questo moto la società partecipata dell’Asl “riprenderebbe la gestione del servizio delle pulizie – afferma Aprile - ed i lavoratori sarebbero salvi”.

Lo stato di agitazione è stato proclamato anche per la situazione in cui si trovano i lavoratori precari della società in house, alla luce dell’entrata in vigore del decreto dignità, in base al quale non possono essere prolungate  le situazioni di precariato. A tal proposito il sindacato “chiede che venga realizzata una graduatoria dei precari per una stabilizzazione, magari tempi lunghi ma certa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento