Università, la Cisl critica l'assessora

BRINDISI - Un caso di precarietà occupazionale cui da tempo era stata promessa soluzione, e che invece continua a trascinarsi senza esito. Lo ricorda la Cisl brindisina, alla luce di un incontro tenutosi oggi presso l’Assessorato Politiche attive del Lavoro e Formazione Professionale della Provincia di Brindisi "per definire una problematica che si trascina ormai da molti mesi e che interessa diversi operatori che, con grande spirito di sacrificio continuano a prestare servizio nei servizi di mediateca e nello sportello decentrato di segreteria dell’Università del Salento".

Paola Baldassarre

BRINDISI - Un caso di precarietà occupazionale cui da tempo era stata promessa soluzione, e che invece continua a trascinarsi senza esito. Lo ricorda la Cisl brindisina, alla luce di un incontro tenutosi oggi presso l’Assessorato Politiche attive del Lavoro e Formazione Professionale della Provincia di Brindisi "per definire una problematica che si trascina ormai da molti mesi e che interessa diversi operatori che, con grande spirito di sacrificio continuano a prestare servizio nei servizi di mediateca e nello sportello decentrato di segreteria dell’Università del Salento".

All’incontro convocato dall’assessore Vincenzo Ecclesie, ha partecipato anche l’assessore Vincenzo Baldassarre ma, ancora una volta - denuncia la Cisl - erano assenti l’Assessore alla Cultura, Paola Baldassarre, e il dirigente all’Assessorato alla cultura Cosimo Corante."Gli assessori intervenuti hanno dichiarato, come già in passato, la propria disponibilità a risolvere celermente la problematica in oggetto considerato anche la disponibilità delle risorse economiche necessarie. Facevano, inoltre, presente che anche il presidente Ferrarese, in più occasioni aveva dichiarato ampia disponibilità ed impegno in tal senso", fa sapere il sindacato.

"Perché quindi tanto disinteresse e disimpegno da parte delle strutture interessate? Perché L’Assessorato alla Cultura, nonostante gli impegni assunti in più occasioni anche durante manifestazioni pubbliche poi non è consequenziale con quanto dichiarato? Cosa  impedisce - si chiede la Cisl - di dare certezze a quegli operatori che da anni, si sacrificano per dare servizi efficienti agli studenti di Brindisi accontentandosi di compensi irrisori?". La Cisl, si annuncia in un comunicato, "non verrà meno all’impegno assunto con le lavoratrici e con i lavoratori, per dare competa tutela a diritti sacrosanti, ribadendo la disponibilità ad individuare soluzioni utili a migliorare la qualità dei servizi da offrire all’utenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Banditi nel McDonald's del Brin Park affollato di bambini

  • Incendio in un condominio, in salvo persone bloccate

  • Lite fra vicini sfocia nel sangue: uomo preso a sprangate in testa

  • Lite poi gli spari davanti al mercato della "Corazzata", al Paradiso

  • Oltre 40 grammi di cocaina nascosti in cucina: arrestato un operaio

  • Brindisi "Il porto più bello del mondo". Con i nuovi accosti e un parco urbano

Torna su
BrindisiReport è in caricamento