menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sfruttamento della Cannabis e riuso terre incolte: proposte all'esame

Nella IV commissione del consiglio regionale pugliese presieduta da Donato Pentassuglia si parla della filiera della canapa, con due proposte di legge che hanno come obiettivo la promozione della coltura della canapa nel territorio regionale anche a scopo industriale

Nella IV commissione del consiglio regionale pugliese presieduta da Donato Pentassuglia si parla della filiera della canapa, con due proposte di legge che hanno come obiettivo la promozione della coltura della canapa nel territorio regionale anche a scopo industriale. Le due proposte di legge, una del consigliere Cristian Casili (primo firmatario del Movimento 5 stelle) e la seconda del consigliere Giovanni D’Arcangelo Liviano (primo firmatario del gruppo Emiliano Sindaco di Puglia), saranno unificate partendo come base di lavoro da quella del consigliere pentastellato e utilizzando le proposte contenute nell’altra iniziativa legislativa come spunti per emendamenti con l’obiettivo di sintesi. Regioni come l’Emilia Romagna e la Toscana hanno già una legge in materia di coltivazione di canapa da fibra.

Il sostegno e la promozione riguardano la coltura della canapa finalizzata alla coltivazione e alla trasformazione; l’incentivazione dell’impiego e del consumo finale di semilavorati di canapa provenienti da filiere della Regione; le filiere territoriali integrate che valorizzino i risultati della ricerca e perseguano l’integrazione locale e la reale sostenibilità economica e ambientale, con particolare riferimento alla realizzazione di filiere volte alla coltivazione della canapa per la fitodepurazione dei terreni inquinati; la produzione di alimenti, cosmetici, materie prime biodegradabili e semilavorati innovativi per le industrie dei diversi settori; la realizzazione di opere di bioingegneria, di attività didattiche e di ricerca.

terre incolte-2

Sempre in IV commissione, rinviato alla settimana prossima l’esame della proposta di legge del M5S di integrazione alle disposizioni per favorire l’accesso dei giovani all’agricoltura e contrastare l’abbandono dei suoli agricoli.  Oggi intanto la IV commissione ha audito in merito i rappresentanti di Coldiretti, che si sono riservati di presentare a breve le loro osservazioni scritte e accolto gli emendamenti illustrati dall’assessore all’Agricoltura, Leo Di Gioia, intervenuto alla seduta. Le modifiche riguardano in particolare l’affidamento ai Comuni e non alla Regione (come invece previsto nella proposta dei cinquestelle) dell’attività di ricognizione utile per l’inserimento dei terreni privati abbandonati o incolti nella Banca della Terra da affidare ai soggetti che ne fossero interessati.

Previsione sulla quale però, come ha fatto notare lo stesso assessore, sarebbe necessario un confronto con Anci. Su questo aspetto è intervenuto anche il consigliere regionale di Forza Italia Domenico Damascelli, che pur favorevole alla proposta di legge, ha sottolineato le difficoltà dei Comuni a far fronte a tali funzioni, suggerendo di prevedere risorse finanziarie e tempi ragionevoli.  Il capogruppo di Sinistra Italiana,  Enzo Colonna, ha ribadito la necessità di eliminare dal testo l’automatismo previsto per l'inserimento nella banca dati delle terre di proprietà privata, che dovrebbe avvenire invece su base volontaria, a seguito di espressa adesione del proprietario al programma.

Dopodiché la Regione, tramite il proprio registro (Banca della Terra), deve favorire l'incontro tra domanda e offerta demandando alla contrattazione tra le parti la stipula delle condizioni di concessione. Favorevoli alla proposta anche il consigliere regionale di Area Popolare Giovanni Stea per il quale “la Puglia si allineerebbe così a quanto già avviene in alcune regioni del Nord e per salvare i terreni dall’abbandono e dall’incuria”, e Ruggiero Mennea del Pd, che considera la proposta di legge "uno strumento per sensibilizzare i Comuni su questo tema".

                

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento