rotate-mobile
Economia

Precari dell'emergenza Covid: "Relativa soddisfazione dopo incontro in Regione"

Una delegazione di lavoratori guidata dal sindacato Cobas è stata accolta ieri (25 maggio) dal dirigente dell'assessorato regionale alla Sanità

BRINDISI - Si apre uno spiraglio che autorizza una “relativa soddisfazione” per i lavoratori precari della sanità brindisina che avevano prestato servizio durante l’emergenza Covid.  Una delegazione di lavoratori guidata dal segretario provinciale del sindacato Cobas di Brindisi, Roberto Aprile, ieri mattina, presso gli uffici della Regione Puglia, ha incontrato il massimo dirigente dell’assessorato alla Sanità, Antonella Caroli. L’incontro era stato preceduto da un corteo per le vie di Bari. 

L’organizzazione sindacale chiede l’assunzione dei lavoratori fra le file della Sanitaservice, società in house dell’Asl Brindisi in attesa del via libera, da parte della stessa Regione, di un piano che prevede 65 nuove assunzioni “La dottoressa Caroli – si legge in una nota a firma di Roberto Aprile- ha spiegato che è massima la attenzione che la Regione Puglia riserva a questa situazione brindisina. A testimonianza di ciò ci ha riferito – prosegue Aprile- che per fare più in fretta ed arrivare alla conclusione della vertenza ha chiesto alla Asl Brindisi che nel nuovo business plan, la parte relativa a Sanitaservice fosse scorporata da quello prettamente sanitario”.

Già nella giornata di ieri, da quanto spiegato dal Cobas, il piano è stato trasmesso alla Regione. Per la giornata odierna dovrebbe essere aperta un’istruttoria “che porterà nei prossimi giorni la giunta regionale – riferisce ancora Aprile - ad una decisione sui numeri di lavoratori possibili da assumere, così come la nuova determina regionale prevede in tema di controllo sulle nuove assunzioni”. 

“La dottoressa Caroli  - si legge ancora nel comunicato - ci ha chiesto di avere qualche giorno di pazienza perché questi passaggi sono obbligatori ma  accelerati al massimo proprio perché ci si rende conto delle ingiustizie subite da questi lavoratori”.

“La delegazione ha espresso una relativa soddisfazione per i risultati dell’incontro – conclude il sindacalista - ma è pronta anche a gesti estremi se qualcuno volesse mettere i bastoni tra le ruote ad una loro legittima ricollocazione. Siamo pronti a presidiare i luoghi caldi come l’Asl di via Napoli, la stessa giunta regionale, la sede di Sanitaservice”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precari dell'emergenza Covid: "Relativa soddisfazione dopo incontro in Regione"

BrindisiReport è in caricamento