Ti Fluid System Automotive: lavoratori in stato di agitazione

La Fiom Cgil Brindisi l’iniziativa dei dipendenti dello stabilimento di Brindisi: “Situazione incresciosa”

La Fiom Cgil Brindisi appoggia l’agitazione spontanea dei lavoratori della T.I. Fluid System Automotive di Brindisi.  “Nonostante il positivo accordo raggiunto nell'ultimo incontro tenuto dalla azienda con le confederazioni unitarie metalmeccaniche, sulle modalità e gli anticipi delle retribuzioni dovute alla grave situazione provocata dal coronavirus – afferma il segretario generale della Fiom Brindisi, Angelo Leo - purtroppo gran parte dei lavoratori oggi nel ricevere la busta paga, ha tristemente verificato di non ricevere neanche un euro di saldo, avendo già ricevuto l'anticipo della retribuzione di aprile pur essendo stati collocati in cassa integrazione a zero ore. Ragion per cui l'anticipo della retribuzione superava in molti casi l'importo della cassa integrazione”

Si tratta, a detta di Leo, di una “incresciosa situazione che si sarebbe potuta evitare se solo l'azienda avesse comunicato con anticipo alle Rsu la situazione del saldo delle buste paghe a zero ore. Una pronta e puntuale informazione avrebbe consentito alle Rsu di proporre all'azienda di recuperare la retribuzione anticipata dilazionandola in più mensilità”.

La Fiom Cgil ha già comunicato tale proposta all'azienda “immediatamente dopo lo sciopero di un'ora effettuato al primo turno di lavoro”. “La grave crisi già esistente dell'automotive internazionale ed ancor di più il coronavirus - conclude Leo - stanno mettendo a dura prova la tenuta economica sociale dei lavoratori e delle loro famiglie. Come Fiom Cgil Brindisi chiediamo all'azienda di cambiare rotta su questa delicata questione e di accogliere le giuste rivendicazioni dei lavoratori e delle Rsu”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

Torna su
BrindisiReport è in caricamento