Economia

Tecnomessapia: protesta a Bari: "Al Mise ci sarà anche la Regione"

I sindacalisti si sono incontrati con l'assessore regionale al Laboro Sebastiano Leo, che ha assicurato la sua presenza al tavolo convocato in ministero sulla vertenza riguardante i 177 lavoratori della ditta cegliese

BARI – E’ stata accolta dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e dall’assessore regionale al Lavoro, Sebastiano Leo, una delegazione dei 177 lavoratori della ditta Tecnomessapia con sede a Ceglie Messapica, che non ha ottenuto il rinnovo della commessa scaduta lo scorso 30 giugno con lo stabilimento della ditta Leonardo di Grottaglie.

Decine di lavoratori hanno sfilato pacificamente in via Capruzzi, davanti alla sede della Regione Puglia, manifestando la loro preoccupazione per l’imminente arrivo delle lettere di licenziamento, come preannunciato dai responsabili di Tecnomessapia nel corso di un tavolo svoltosi la scorsa settimana presso la sede di Confindustria Brindisi.

Le istanze dei lavoratori sono state rappresentate dai segretari dei sindacati Fim, Fiom, Uilm e dal segretario generale della Uil Puglia, Aldo Pugliese, nel corso di un faccia a faccia con l’assessore Leo al quale ha partecipato anche il sindaco di Ceglie Messapica, Luigi Caroli. Emiliano, alle prese con altri impegni, si è intrattenuto solo per pochi minuti con i sindacalisti, per i saluti di rito.

“Leo – si legge in un comunicato del segretario provinciale della Uil Brindisi, Alfio Zaurito - ha concordato con le organizzazioni sindacali un incontro il 10 luglio, alle 11.30, presso l'assessorato al Lavoro e ha comunque garantito la sua presenza al tavolo convocato presso il Mise (ministero dello Sviluppo economico) per il 12 luglio”.

La Uilm ha chiesto che anche i rappresentanti della Leonardo siano presenti a questo incontro. Prima della riunione del 10 luglio, lo stesso Emiliano incontrerà l'Amministratore delegato di Leonardo, Alessandro Profumo. “Pertanto in quella data – si legge nella nota della Uilm - dovremmo apprendere quali sono le line che la stessa multinazionale vuole dettare in Puglia, visto che qui lavorano migliaia di lavoratori diretti ed indiretti”.  

“Ci siamo aggiornati al 10 luglio, per un incontro programmatico in Regione – spiega Michele Tamburrano della Cisl – finalizzato alla stesura di un piano congiunto tra ente regionale ed organizzazioni sindacali. Nello specifico ci stiamo attivando, affinché all’ordine del giorno non vi sia solo la vertenza Tecnomessapia, ma si parli più in generale delle problematiche dell’intero settore aeronautico che, nell’ultimo anno, ha perso un migliaio di posti di lavoro. Inoltre – conclude Tamburrano – chiediamo che al tavolo presso il Ministero dello Sviluppo sia presente anche la committente Leonardo”.

Il sindaco Caroli, oltre a garantire la sua presenza al Mise, ha assicurato appoggio logistico per tutti i dipendenti a spese del Comune, come ha fatto oggi. E’ stata l’amministrazione comunale di Ceglie, infatti, a fornire i due autobus con i 100 manifestanti”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tecnomessapia: protesta a Bari: "Al Mise ci sarà anche la Regione"

BrindisiReport è in caricamento