menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'Aeroporto del Salento

L'Aeroporto del Salento

Traffico aereo: Puglia e Brindisi ok

BARI – Tiene bene il traffico negli aeroporti pugliesi di Bari e Brindisi nei primi sette mesi del 2013 malgrado la flessione a livello nazionale, e Brindisi perde meno di Bari complessivamente, e va anche meglio percentualmente nel traffico internazionale.

BARI - Tiene bene il traffico negli aeroporti pugliesi di Bari e Brindisi nei primi sette mesi del 2013 malgrado la flessione a livello nazionale, e Brindisi perde meno di Bari complessivamente, e va anche meglio percentualmente nel traffico internazionale nonostante non disponga delle linee per le isole greche dello Ionio (non più raggiungibili con collegamenti diretti in traghetto) e verso importanti città europee che invece fanno capo allo scalo del capoluogo di regione. L'Aeroporto del Salento peraltro registra un boom nei voli charter, di cui beneficiano soprattutto le strutture turistiche del Tarantino e del Leccese. Con in nuovi investimenti in aree di imbarco e nuovi piazzali aeromobili Brindisi peraltro potrà ospitare più voli e passeggeri.

Ecco i dati aggiornati messi a disposizione da Aeroporti di Puglia, che conferma una grande trasparenza nell'informazione sui risultati di gestione, a differenza di enti come l'Autorità Portuale di Brindisi, che per il 2012 ha distribuito al proprio personale una premialità doppia rispetto a quella assegnata ai dipendenti della società di gestione degli aeroporti. Sarebbe ora che la procura presso la Corte dei Conti ci mettesse le mani.

Nei primi dieci giorni di agosto sugli scali di Bari e Brindisi sono transitati rispettivamente - il dato si riferisce al totale tra arrivi e partenze - 121.307 e 71.614 passeggeri.Rispetto allo stesso periodo del 2012 il dato, sia pur parziale, evidenzia una sostanziale stabilità dei flussi, poiché la flessione del traffico si attesta allo 0,5% per Bari e all'1% per Brindisi: un risultato che pur rispecchiando le difficoltà che ancora interessano l'aeroportualità italiana (il dato nazionale indica per il primo semestre un calo del 3,4% con punte che in alcuni importanti scali hanno superato il 12%), può essere letto con relativa fiducia per la sua positiva evoluzione rispetto al dato di inizio anno (-12,2%).

In questo quadro emerge positivamente la forte crescita registrata su entrambi gli aeroporti dei passeggeri di linea internazionale che in questa prima parte del mese è stata del 14,4% su Bari (42.908 passeggeri contro i 37.500 dello stesso periodo 2012) e del 19,8% su Brindisi (17.948 passeggeri a fronte dei 14.978 dei primi dieci giorni di agosto dell'anno scorso). Anche i primi dieci giorni di agosto, quindi, sembrano ricalcare l'andamento registrato da questo segmento di traffico nei primi sette mesi di quest'anno e che, in parte, ha permesso di bilanciare il calo dei passeggeri di linea nazionale.

Consuntivo al 31 luglio 2013 - Sul Karol Wojtyla di Bari, il traffico internazionale di linea aumenta dell'8.5% rispetto all'anno precedente: 543.178 i passeggeri 2013 a fronte dei 500.397 del 2012. Merito dell'accresciuta offerta che per la summer 2013 prevede, tra le tante destinazioni collegate con voli di linea, le novità Barcellona, Cluj, Mosca, Parigi CdG, Varsavia, Mikonos, Santorini, Zante, Corfù, oltre al raddoppio delle frequenze per Monaco e Riga. In flessione (-10,2%) la linea nazionale e il traffico charter (-31,6%), settore questo che sconta sia un generale ridimensionamento dell'offerta outgoing, sia la cancellazione pressoché totale delle catene charter che sino allo scorso anno avevano portato in Puglia i crocieristi spagnoli in partenza dal porto di Bari. Complessivamente il consuntivo - arrivi e partenze - al 31 luglio 2013, si è attestato a 2.046.568 passeggeri, il 6.5 % in meno rispetto alle 2.189.252 unità primi sette mesi dello scorso anno.

Per quanto riguarda l'Aeroporto del Salento, il consuntivo al 31 luglio 2013 è stato di 1.143.171 passeggeri, il -5,6% rispetto a 1.211.720 dell'analogo periodo dello scorso anno. Di contro si registra il dato riferito alla linea internazionale (174.949 passeggeri nel primo semestre 2012 contro i 175.753 del 2013, +0,5%), andamento confermato nei primi giorni di agosto, ma soprattutto il 62,9% d'incremento dei passeggeri charter internazionali: 15.792 passeggeri nei primi sette mesi del 2013 rispetto ai 9.807 dello scorso anno. A tali risultati hanno contribuito, oltre la conferma dei voli della summer 2012, l'avvio del nuovo collegamento settimanale da Brindisi per Stoccarda operato da Germanwings e la catena charter (undici rotazioni sino a tutto settembre) con Tel Aviv, che ha fatto seguito a quella realizzata nella scorsa primavera con le principali città austriache.

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Cronaca

    Amore non corrisposto: donna irrompe in banca con un coltello

  • Emergenza Covid-19

    Alleviare ansia e paura: le dolci note del violino nell' hub vaccinale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento