Tre foglie all'extravergine castellano

VILLA CASTELLI - L’olio “Filo di Seta” dell’azienda Tratturi Reali di Villa Castelli ha conquistato le tre foglie, massimo riconoscimento della guida de “I migliori extravergine d’Italia 2012” del Gambero Rosso, presentata in questi giorni al Vinitaly, nel padiglione del Sol, il salone degli extravergini d’oliva. Un’enorme soddisfazione, l’ennesima, per il giovane oliviCultore Rocco Caliandro, presidente della sezione brindisina dell’Anga (Associazione Nazionale Giovani Agricoltori).

Rocco Caliandro e il suo "Fili di Seta"

VILLA CASTELLI - L’olio “Filo di Seta” dell’azienda Tratturi Reali di Villa Castelli ha conquistato le tre foglie, massimo riconoscimento della guida de “I migliori extravergine d’Italia 2012” del Gambero Rosso, presentata in questi giorni al Vinitaly, nel padiglione del Sol, il salone degli extravergini d’oliva. Un’enorme soddisfazione, l’ennesima, per il giovane oliviCultore Rocco Caliandro, presidente della sezione brindisina dell’Anga (Associazione Nazionale Giovani Agricoltori).

L’olio di Caliandro è stato al centro dell’attenzione dei visitatori e degli addetti ai lavori giunti in fiera. Di grande interesse la degustazione avvenuta lunedì 26, alla quale hanno preso parte anche Dacian Ciolos (Commissario all’agricoltura della Comunità Europea), Mario Guidi (presidente nazionale Confagricoltura), Paolo Bruni (presidente Cogeca a Bruxelles) e Nicola Motolese (presidente nazionale Giovani di Confagricoltura), che hanno espresso il loro apprezzamento per l’impegno dei giovani nel settore agricolo e nella fattispecie olivicolo.

“Con passione e professionalità da anni io e la mia famiglia portiamo avanti una produzione di eccellenza - afferma Caliandro - con l’obiettivo non solo di produrre un olio di alta qualità che possa conquistare i consumatori, ma anche di valorizzare e proteggere il nostro patrimonio olivicolo pugliese”. Da sei generazioni, infatti, la famiglia Caliandro, produce olio di qualità dai propri uliveti situati intorno alla Masseria del XVII secolo “Spadone”, tra Francavilla Fontana e Villa Castelli (Brindisi).

Rocco Caliandro nei mesi scorsi è stato premiato tra i vincitori del premio dell'Oiga - Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali come “migliore esperienza imprenditoriale in agricoltura”, ed i suoi oli hanno ottenuto positive recensioni su diverse testate nazionali. “Questo ennesimo riconoscimento in guida e gli apprezzamenti ottenuti a Sol non sono un traguardo, ma una nuova partenza per raggiungere nuove mete di qualità ed eccellenza con tutta la nostra produzione. Tanti ancora sono i sogni nel cassetto, a partire dalla ristrutturazione di un antica masseria da destinare all'ospitalità, al riconoscimento dei nostri ulivi millenari Patrimonio dell’Unesco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento