rotate-mobile
Economia

Crociere: tre navi alla vigilia di Ferragosto, ma i problemi restano

Tre navi da crociera contemporaneamente nel porto di Brindisi alla vigilia di Ferragosto, fa sapere l'Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico Meridionale

BRINDISI - Tre navi da crociera contemporaneamente nel porto di Brindisi alla vigilia di Ferragosto, fa sapere l'Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico Meridionale. Evento mai visto (sia pure una tantum). In realtà non sarà quella di lunedì prossimo la prima volta che nel porto di Brindisi entrano tre navi da crociera nelle stesse ore, ma il punto non è questo. Il porto di Brindisi infatti non si presenterà nel migliore dei modi perchè due delle navi andranno all'ormeggio alla banchina di Costa Morena Est, che attualmente funge da deposito ai tubi del gasdotto Tap, ed ospita il terminal carbone dell'Enel, mentre solo una ormeggerà in città.

L'occasione infatti non cancella i problemi degli accosti di cui ha bisogno Brindisi per una crescita reale del suo porto, e non cancella quello dell'assenza di una stazione marittima, che continua a penalizzare la città. Con la restituzione agli usi portuali della banchina ex Zona Nafta, si può ormai chiudere il circuito doganale tra il Seno di Levante, San'Apollinare e il terminal traghetti di Punta delle Terrare, e si può riaprire un percorso di ragionamento sulle infrastrutture: i nuovi accosti di Sant'Apollinare, la realizzazione in quel punto di una vera stazione marittima, e non a Punta delle Terrare dove il progetto incontrò seri problemi logistici e urbanistici, e quello dei dragaggi, in maniera tale da rendere razionale l'uso delle potenzialità del porto.

La Silver Muse della SilverSea-2

Passeggeri e crociere tra Sant'Apollinare e Seno di Levante, traffico ro-ro tra Punta delle Terrare e la stessa banchina di Sant'Apollinare. Era ciò che da tempo chiedevano gli operatori marittimi. La presenza contemporanea di tre navi da crociera nel porto di Brindisi una volta all'anno non cambia la situazione, tanto più se il porto dimostra di non avere altro da offrire alle crociere che una banchina industriale e commerciale, che tale deve restare (tubi del gasdotto Tap permettendo), aperta a nuovi armatori che intendono scalare Brindisi per le proprie merci. Ci sono ben altri panorami che Brindisi può mettere in campo per guadagnare punti, piuttosto che quelli delle carboniere, del petrolchimico e della centrale Edipower.

Le tre navi che arriveranno alla vigilia di Ferragosto sono la Queen Victoria della compagnia Cunard; la Silver Muse, nuova unità della compagnia SilverSea, entrambe nelle pima mattinata. La Queen Victoria andrà a Costa Morena Est, la Silver Muse alla banchina ex Carbonifera a ridosso della altrettanto ex Stazione Marittima trasformata nel 1994 nella sede dell'ente portuale. Alle 13 è previsto come ogni lunedì l'arrivo della Msc Musica, che raggiungerà a sua volta la banchina di Costa Morena Est. Sono 2mila i passeggeri della Queen Vicoria, 600 quelli della Silver Muse e mille quelli della Musica. Tra Costa Morena Est, la città, la struttura per il controllo dei bagagli e il check in, il solito traffico di bus navetta che non è il massimo dell'accoglienza, sia pur collaudato.

Msc Musica viaggio inaugurale 3-2

L'Autorità portuale annuncia altre due toccate straordinarie per il 27 ottobre, quando a Brindisi entreranno Fti Berlin, battente bandiera maltese, e la nave Serenissima Cruises della compagnia Noble Caledonia.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crociere: tre navi alla vigilia di Ferragosto, ma i problemi restano

BrindisiReport è in caricamento