Trenitalia dà buca sui treni regionali

BARI - Trenitalia non solo taglia i treni notturni a lunga percorrenza per la Puglia, ma non compra neppure locomotrici e carrozze per le linee regionali già cofinanziati dalla stessa Regione Puglia, preferendo evidentemente investire altrove. E scoppia ancora l'ira dell'assessore regionale ai Trasporti, Guglielmo Minervini, che annuncia il ritiro dell'investimento.

L'assessore regionale ai Trasporti, Guglielmo Minervini

BARI - Trenitalia non solo taglia i treni notturni a lunga percorrenza per la Puglia, ma non compra neppure locomotrici e carrozze per le linee regionali già cofinanziati dalla stessa Regione Puglia, preferendo evidentemente investire altrove. E scoppia ancora l'ira dell'assessore regionale ai Trasporti, Guglielmo Minervini, che annuncia il ritiro dell'investimento.

"Trenitalia non rispetta gli accordi per la consegna di 14 nuovi treni. La Regione procederà al definanziamento”, attacca Minervini, che non intende più aspettare: “Nel 2006 abbiamo sottoscritto con Trenitalia un accordo di programma finalizzato all’acquisto di 14 nuovi treni composti complessivamente da 55 vetture a doppio piano e 14 semipilota, da destinare al servizio regionale. Costo complessivo 80 milioni di euro, di cui 20,4 a carico della Regione".

Spiega ancora l'assessore: "Trenitalia ha acquistato finora solo 4 treni, ovvero 4 semipilota e 12 carrozze, utilizzando 4,4 milioni di euro del contributo regionale. Disimpegneremo i restanti 16 milioni”. E’ il caso di precisare - dicono sempre dall'assessorato - che nell’accordo, modificato a ottobre 2007, si legge “il contributo ha validità di trenta mesi a decorrere dalla data di sottoscrizione. Pertanto le ordinazioni di materiale rotabile saranno effettuate al massimo entro il 20 agosto 2008, fermi restando i termini di consegna” .

"Questo non è avvenuto - accusa Minervini - e Trenitalia ha dirottato altrove i suoi investimenti, evidentemente non è convinta che solo treni nuovi possano far percepire un servizio di qualità. Noi al contrario intendiamo offrire ai pendolari pugliesi i migliori servizi. Non ci arrendiamo all'idea che il trasporto ferroviario debba essere scadente. È per questa ragione che la Puglia negli ultimi anni è stata la quarta regione in Italia per investimenti sull'ammodernamento della flotta dei treni".

Conclude Minervini: "Trenitalia, dunque, non può operare al ribasso lasciando cadere nell'inerzia l'impegno di concorrere all'acquisizione di nuovi treni. Adesso con i 16 milioni provvederemo ad acquistare direttamente i treni ed immetterli nel nostro servizio di trasporto regionale". Infatti, di fronte anche a noin pochi disservizi denunciati dai pendolari, il potenziamento delle linee interne è urgente.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brindisi usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid, Puglia: la curva rallenta. Nel Brindisino cinque decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento