Domenica, 14 Luglio 2024
Economia

Appalti Enel: trovata un'intesa sulla ricollocazione dei lavoratori Wcs

Lungo vertice oggi in prefettura. La Wcs disponibile a impiegare in appalti esterni alla centrale 10 unità. La sea disponibile invece ad aumentare da otto a dieci il numero di lavoratori da mantenere nell'appalto

BRINDISI – Si aprono spiragli positivi per i lavoratori della ditta Wcs - consorzio Cogemain, ditta appaltatrice della centrale Enel Federico II di Brindisi alla quale subentrerà la Sea di Trepuzzi (Lecce) nel settore delle pulizie idrodinamiche.

Le due aziende hanno infatti raggiunto un accordo di massima sulla ricollocazione delle 20 unità della ditta uscente nel corso di un vertice svoltosi stamani in prefettura, in presenza del prefetto, Annunziato Vardè, delle segreterie territoriali dei sindacati Cgil, Cisl e Uil, dei rappresentanti di Confindustria Brindisi, dei responsabili delle due aziende e della stazione appaltante.

Il confronto è stato lungo e “serrato”, si legge in una nota della prefettura. L’intesa raggiunta al termine dell’incontro verrà siglata lunedì prossimo, in prefettura. Da quanto trapela da fronti sindacali, la Sea ha dato la disponibilità ad aumentare da otto a 10 il numero di lavoratori da mantenere nell’appalto all’interno della centrale di Cerano, mentre la Wcs ha dato la disponibilità a tenersi in carico tutti gli altri dipendenti, riutilizzandoli in appalti esterni allo stabilimento dell’Enel.

I dettagli dell’intesa verranno esposti domani ai lavoratori, nel corso di una assemblea sindacale. Verrà ridiscussa venerdì prossimo (14 aprile), invece, la vertenza scaturita dal cambio di appalto fra la ditta Cannone e la Sir, nel settore della movimentazione del carbone. Il prefetto ha infatti chiesto ai rappresentanti dell’Enel di chiarire quante unità servano per espletare le attività previste dal capitolato di gara.

La Cannone in un primo momento aveva presentato una lista di 47 unità. Poi il numero di lavoratori è sceso a 32. Di questi 32, l’azienda subentrante è disposta a riassorbirne solo 16. La speranza, ovviamente, è che anche su questo fronte si possa arrivare a una soluzione, nell’interesse di tutti i lavoratori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti Enel: trovata un'intesa sulla ricollocazione dei lavoratori Wcs
BrindisiReport è in caricamento