rotate-mobile
Economia

Tui Cruises sceglie il porto di Bari

BARI - Tui Cruises ha confermato per la prossima stagione 2013 l'approdo a Bari della Mein Shiff 2. Il marchio tedesco, nato nel 2008 dalla joint venture tra l'americana Royal Caribbean Cruises e la tedesca Tui, ha formalizzato nei giorni scorsi al presidente dell'Autorità Portuale del Levante, Francesco Mariani, l'arrivo dell'unità ammiraglia, della classe Mercury, che scalerà Bari ogni giovedì, dodici volte, dal 13 maggio al 10 ottobre del prossimo anno.

BARI - Tui Cruises ha confermato per la prossima stagione 2013 l'approdo a Bari della Mein Shiff 2. Il marchio tedesco, nato nel 2008 dalla joint venture tra l'americana Royal Caribbean Cruises e la tedesca Tui, ha formalizzato nei giorni scorsi al presidente dell'Autorità Portuale del Levante, Francesco Mariani, l'arrivo dell'unità ammiraglia, della classe Mercury, che scalerà Bari ogni giovedì, dodici volte, dal 13 maggio al 10 ottobre del prossimo anno.

La nave Mein Schiff 2 si è saldamente posizionata nel mercato, dicono i vertici della compagnia tedesca, e ora è arrivato il momento di ampliare e sviluppare ulteriormente il concetto di crociera di Tui Cruises nel Mediterraneo Orientale, passando per Bari. Il settore delle crociere ha resistito alla crisi economica e ci sono tutti i presupposti di una nuova crescita del settore nei prossimi anni, in speciale modo nel segmento di riferimento di Tui Cruises, ovvero quello delle crociere "Premium" abbinate al servizio "all-inclusive".

La nave Mein Shiff, costruita presso i cantieri tedeschi Meyer Werft, entrata in servizio per la compagnia "Premium" Celebrity Cruises nel novembre 1997, ha una stazza lorda di 77.713, dispone di 949 cabine e può ospitare circa 2mila passeggeri oltre ai 900 membri di equipaggio. "Si tratta di un' ulteriore conferma per il porto di Bari - ha detto il presidente Mariani - che con l'arrivo della Mein Shiff 2 potrà vantare un nuovo e prestigioso cliente, con un target di passeggeri medio alto - in gran parte di nazionalità tedesca - e un'ottima capacità di spesa, che farà di sicuro contenti i commercianti baresi".

Soddisfazione per il risultato conseguito, anche da parte dell'agente generale, il brindisino Teo Titi, della Bari Shipping. "Con l'efficienza e la qualità dei servizi e delle facilities portuali, l'Autorità del Levante - ha detto Titi - ha dimostrato negli ultimi anni grandi risultati. La Bari Shipping - continua Titi - avrà l'onore di rappresentare la Tui Cruises non solo in qualità di agente portuale, ma curerà per loro anche le escursioni nel territorio. Ci aspettiamo di ricevere circa 2000 passeggeri ogni giovedì di cui circa 1000 in escursione ai quali cercheremo di mostrare il meglio della Puglia e la città di Bari in questo ha un ruolo fondamentale".

Sembra che Tui Cruises sia invece orientata scartare l'opzione Brindisi per l'anno 2014 dopo un sopralluogo a Costa Morena Est, considerandola una landa desolata. In quel punto l'Autorità portuale sta attrezzando una banchina per le crociere, tra le critiche di numerosi operatori portuali. Infatti Costa Morena Est ha come sfondo dal lato terra la centrale a carbone di Edipower, sulla destra il petrolchimico e la banchina carbone della centrale, a sinistra il molo carbone dell'Enel. E' una banchina progettata e costruita per usi industriali e commerciali.

Ma qui l'Autorità portuale ha individuato un approdo per le navi da crociera, mettendo a bando la concessione e la gestione di un settore di banchina prima ancora che un progetto fosse esaminato e approvato dal Comitato portuale, e affidando poi la stessa banchina ad un cartello di compagnie da crociera che se ne sono così assicurata la disponibilità a lungo anche se è dubbio che la utilizzino. Quel luogo, come era ampiamente prevedibile, non piace ad alcuno. Tui Cruises avrebbe mandato a Brindisi tra due anni la sua nuova ammiraglia ancora in costruzione, una nave di 300 metri (visto anche che il suo agente in Puglia è brindisino). La vedrà invece quasi certamente qualcun altro. Brindisi si dovrebbe accontentare, invece, secondo alcuni del passaggio di Roman Abramovich. Anzi, del suo fantasma.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tui Cruises sceglie il porto di Bari

BrindisiReport è in caricamento