rotate-mobile
Economia

Tutti sperano nel porto: la comunità ellenica scommette su Haralambides

BRINDISI – Lo aveva anticipato il deputato Luigi Vitali, sono di diversa opinione a palazzo di città: sta di fatto che il past president dell’Autorità portuale di Brindisi, Giuseppe Giurgola, ha già preso commiato dal personale degli uffici della ex Stazione marittima, ma al suo posto ancora non si è visto nessuno, né come commissario e neppure come presidente. Sembrava che subito dopo la fatidica scadenza dei 45 giorni di proroga scoccata sabato scorso sarebbe toccato allo stesso professore greco di Economia marittima, Hercules Haralambides, successore designato di Giurgola, precedere se stesso in qualità di reggente ad interim: era ciò che Vitali aveva fatto sapere, e che al Comune considerano invece improbabile. E siamo al quarto giorno di vacatio. Insomma, suspense su tutta la linea.

BRINDISI - Lo aveva anticipato il deputato Luigi Vitali, sono di diversa opinione a palazzo di città: sta di fatto che il past president dell'Autorità portuale di Brindisi, Giuseppe Giurgola, ha già preso commiato dal personale degli uffici della ex Stazione marittima, ma al suo posto ancora non si è visto nessuno, né come commissario e neppure come presidente. Sembrava che subito dopo la fatidica scadenza dei 45 giorni di proroga scoccata sabato scorso sarebbe toccato allo stesso professore greco di Economia marittima, Hercules Haralambides, successore designato di Giurgola, precedere se stesso in qualità di reggente ad interim: era ciò che Vitali aveva fatto sapere, e che al Comune considerano invece improbabile. E siamo al quarto giorno di vacatio. Insomma, suspense su tutta la linea.

Sarà infatti per pura coincidenza che anche i tifosi del Football Brindisi guardino proprio al porto come luogo in cui si potrebbe manifestare il salvatore della squadra e della società, un operatore marittimo straniero in cerca di una squadra da sponsorizzare nel Sud Italia, e che alla fine avrebbe scelto Brindisi per coincidenza con i suoi propositi commerciali. Ma, un momento: fu al porto che comparve anche quel Mario Salucci che non ha lasciato bei ricordi negli appassionati di calcio locali, e tanto meno nelle decine di disoccupati che la Bti si lasciò alle spalle (pur considerando che si trattava di un organico gonfiato come al solito dalla politica, che a Brindisi quel vizio lo conserva tutt'ora). Anche questa volta si tratta di movimentazione di merci, ma le voci parlano di tutt'altra musica rispetto all'uomo che accusò di pressioni concussive il sistema dei partiti dell'epoca.

Tornando ad Haralambides, come sempre il mondo della portualità locale è apparentemente diviso, ma in realtà c'è molta attesa dopo lunghi anni di paralisi e stagnazione. Il professore della Erasmus pare abbia già anticipato qualcosa della sua missione, e lo ha fatto su Facebook, dove nell'account Greci d'Italia in cui ha molto peso la comunità ellenica salentina e pugliese, si è formato un gruppo di opinione di 2200 persone, per ora, che si chiama "Hercules per salvare il porto di Brindisi", dove il nuovo presidente in pectore dell'Authority brindisina si è già impegnato parecchio. Qualcosa la riepiloga Ioannis Davilis, presidente della Comunità Ellenica Brindisi, Lecce e Taranto.

"Una sua prima dichiarazione è stata: 'Faremo del porto di Brindisi il gioiello del Mediterraneo ed il ponte con la Grecia'. Un'altra? 'Con l'aiuto di tutti cercherò di mettere Brindisi nelle cartine dei porti mondiali'. Personalmente, credo - dice Davilis - che il prof. HH possa fare il miracolo o meglio - si perdoni la citazione mitologica, la tredicesima fatica. Prima di tutto perché ha i titoli e l'esperienza. E poi perché gode, a livello politico, di una fiducia bipartisan, non solo il centrodestra (Mennitti, Matteoli), ma anche il centrosinistra (Vendola e la Regione). Un alto vantaggio è il fatto che gli si dà in realtà carta bianca per trovare il modo di fare uscire il porto di Brindisi dalla situazione di fermo e stagnazione, nella quale si trova attualmente".

"Noi appoggeremo e seguiremo la fatica di Hercules in maniera attenta e critica. Questo perché convinti che il futuro della nostra città non deve essere condizionato da nessun tipo di preconcetti né di tipo campanilistico, né tanto meno di tipo nazionalistico", avverte comunque il presidente della comunità ellenica ionico-salentina. "Aspettando il professor HH cito un'altra sua dichiarazione pubblica: 'Cambiare il porto di Brindisi è per me una grande opportunità. Io sono felice di farlo ma posso riuscirci solo se la gente di Brindisi mi appoggerà pienamente. Quindi, lasciatemi dire questo: potrete criticare i miei risultati, ma vi prometto che non potrete mai criticare il mio impegno e i miei sforzi'. Perciò consegneremo ad Haralambides come dono di benvenuto elenchi di priorità individuate e messe nero su bianco in tre assemblee aperte dai membri del gruppo di sostegno Facebook".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti sperano nel porto: la comunità ellenica scommette su Haralambides

BrindisiReport è in caricamento