Giovedì, 21 Ottobre 2021
Economia

Ue e olivicultura, i nuovi obblighi

SAN VITO DEI NORMANNI - "Com'è cambiata l'integrazione dell'olio: condizionalità e buone pratiche agricole", è il titolo del convegno che si terrà domani martedì 4 dicembre a San Vito dei Normanni, organizzato dall'Assessorato alle Attività Produttive e l'Ufficio Provinciale Agricoltura - Servizi di Sviluppo Agricolo della Regione Puglia, per discutere e affrontare le nuove disposizioni europee sulla Politica agricola comune. L'evento si terrà alle ore 18 presso l'Aula Magna della scuola media Buonsanto. Relatore dell'incontro sarà Cosimo Cavallo, responsabile "Servizi Sviluppo Agricolo" Upa Brindisi.

SAN VITO DEI NORMANNI - "Com'è cambiata l'integrazione dell'olio: condizionalità e buone pratiche agricole", è il titolo del convegno che si terrà domani martedì 4 dicembre a San Vito dei Normanni, organizzato dall'Assessorato alle Attività Produttive e l'Ufficio Provinciale Agricoltura - Servizi di Sviluppo Agricolo della Regione Puglia, per discutere e affrontare le nuove disposizioni europee sulla Politica agricola comune. L'evento si terrà alle ore 18 presso l'Aula Magna della scuola media Buonsanto. Relatore dell'incontro sarà Cosimo Cavallo, responsabile "Servizi Sviluppo Agricolo" Upa Brindisi.

Le questioni ambientali rivestono un ruolo fondamentale nella politica agricola comune. Due sono gli aspetti essenziali: l'integrazione delle problematiche ambientali nella normativa che disciplina la Pac e lo sviluppo di pratiche agricole che consentono di conservare l'ambiente e salvaguardare il paesaggio. Questi temi collegati ad uno dei prodotti di maggiore qualità del nostro territorio e cioè l'olio d'oliva, verranno trattati durante l'incontro di domani a San Vito dei Normanni con esperti del settore. Dopo i saluti del sindaco, Alberto Magli e l'assessore alle Attività Produttive, Gianvito Ingletti.

"A San Vito, come del resto in tutto il territorio provinciale ed in quello regionale, quando parliamo di agricoltura, - afferma Gianvito Ingletti - parliamo principalmente di olivicoltura vista la grande rilevanza, non solo economica, di questo settore, interessato da alcune recenti disposizioni che condizionano e subordinano gli aiuti europei al rispetto di precise norme. L'amministrazione comunale ritiene pertanto di fondamentale importanza fornire agli operatori del settore uno specifico servizio di informazione e conoscenza della nuova normativa al fine di una più concreta salvaguardia della coltura e del prodotto finale, del lavoro dell'economia e del nostro paesaggio".

L'incontro tecnico - divulgativo rientra nell'ambito delle iniziative programmate in materia di agricoltura e di assistenza agli operatori agricoli, con riferimento alla delibera di giunta regionale numero 1968 dell'1 ottobre 2012 che disciplina il Nuovo regime di Condizionalità, vale a dire gli adempimenti che i produttori devono osservare per accedere agli aiuti. L'evento è aperto al pubblico e l'Assessorato alle Attività Produttive della città, invita, inoltre, gli interessati del settore a parteciparvi per affrontare insieme dubbi e problematiche collegate alle nuove disposizioni europee sulla politica agricola comune.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ue e olivicultura, i nuovi obblighi

BrindisiReport è in caricamento