rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Economia

Un manager greco all'Authority, dicono le voci. Intanto salta il Comitato portuale

BRINDISI – E’ saltata la seduta del Comitato portuale prevista per lunedì, in cui il presidente uscente Giuseppe Giurgola avrebbe chiesto parere favorevole ad una concessione quadriennale ad un cartello di quattro compagnie da crociera, e all’ingresso della stessa Authority in una società assieme alle stesse e ad altri soggetti pubblici e privati, con un 80 per cento delle quote a Msc Crociere, Royal Caribbean, Bassani Spa, e Terminal Crociere Venezia, il restante 20 agli altri eventuali soci. Nella stessa seduta un allargamento di 3mila metri quadrati alla Coperoil per il terminal gpl di Costa Morena Ovest. Del rinvio sono stati informati per e-mail venerdì tutti i membri del Comitato portuale, con rinvio a data da destinarsi, ma senza la ragione del cambio di programma.

BRINDISI - E' saltata la seduta del Comitato portuale prevista per lunedì, in cui il presidente uscente Giuseppe Giurgola avrebbe chiesto parere favorevole ad una concessione quadriennale ad un cartello di quattro compagnie da crociera, e all'ingresso della stessa Authority in una società assieme alle stesse e ad altri soggetti pubblici e privati, con un 80 per cento delle quote a Msc Crociere, Royal Caribbean, Bassani Spa, e Terminal Crociere Venezia, il restante 20 agli altri eventuali soci. Nella stessa seduta un allargamento di 3mila metri quadrati alla Coperoil per il terminal gpl di Costa Morena Ovest. Del rinvio sono stati informati per e-mail venerdì tutti i membri del Comitato portuale, con rinvio a data da destinarsi, ma senza la ragione del cambio di programma.

BrindisiReport.it si è occupato dell'ordine del giorno della seduta, poi rinviata, nei giorni scorsi, sottolineando come vari operatori portuali considerassero inopportune operazioni come quelle citate, nell'imminenza della fine del mandato del presidente Giuseppe Giurgola e l'avvento un successore, che si sarebbe trovato di fronte a fatti compiuti in settori delicati per i possibili futuri assetti del porto. Non si sa se la seduta sia saltata sulla base di queste osservazioni, che avrebbero destato imbarazzo e irritazione in alcuni enti rappresentati nell'organismo. Anche perché ora sembra che dopo il brevissimo ciclo delle due precedenti ipotesi di sostituzione di Giurgola (Tommaso Affinita e Federico Barbera), sia pronta una terza opzione.

Secondo alcune fonti ufficiose, questa volta il potenziale predestinato alla presidenza dell'Authority brindisina sarebbe un manager greco che lavora in Olanda, proposta di cui avrebbero già discusso il sindaco Domenico Mennitti e il ministro Altero Matteoli, sostengono le stesse fonti. "Questa scelta, se confermata, rivela quanto poco chiare siano le idee sulle caratteristiche che deve avere il futuro presidente se si vuole veramente il rilancio e lo sviluppo del porto", dice qualcuno tra gli operatori economici. "Infatti, se l'obiettivo è quello di portare nuovi traffici, è necessario considerare che gli armatori sono alla continua ricerca di nuove opportunità, e se le navi, a parte quelle che trasportano carbone, abbandonano il porto di Brindisi è perché, come denunciato a fine dello scorso anno dal giornalista Alessandro Leogrande in arrivo a Brindisi dall'Albania, le infrastrutture e soprattutto i servizi offerti dal porto di Brindisi sono qualitativamente inferiori a quelli offerti da un qualunque altro porto".

"Il nuovo presidente, se veramente si vuole il rilancio e lo sviluppo del porto, dovrà fornire un prodotto spendibile sul mercato, ossia servizi adeguati a prezzi concorrenziali - dicono gli operatori", ma dovrà dotare il porto delle opportune nuove infrastrutture; il che significa che è essenziale che innanzitutto il porto si debba dotare di un nuovo e funzionale piano regolatore". Quello vigente infatti risale al 1975. Sull'identità dell'ipotetico candidato in verità gravano ben pochi misteri, ma tutti preferiscono in questa fase non fare alcun nome.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un manager greco all'Authority, dicono le voci. Intanto salta il Comitato portuale

BrindisiReport è in caricamento