menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Prefettura di Brindisi

La Prefettura di Brindisi

Versalis raddoppia la quota manutenzioni

BRINDISI – Eni Versalis promette nuovi investimenti per il Petrolchimico di Brindisi: nel 2014, verrà raddoppiata la cifra, pari a circa 20 milioni di euro, stanziata ogni anno per la manutenzione degli impianti. Questo in virtù delle previste opere di manutenzione straordinaria.

BRINDISI - Eni Versalis promette nuovi investimenti per il Petrolchimico di Brindisi: nel 2014, verrà raddoppiata la cifra, pari a circa 20 milioni di euro, stanziata ogni anno per la manutenzione degli impianti. Questo in virtù delle previste opere di manutenzione straordinaria che riguarderanno l'impianto di cracking.

L'impegno è stato assunto di fronte al prefetto di Brindisi, Nicola Prete, ai rappresentanti dei sindacati Cgil, Cisl e Uil e delle Rsu (rappresentanze sindacali unitarie) nel corso di un incontro svoltosi stamane in prefettura. Al termine del vertice, i responsabili dei settori vendite e appalti della società hanno sottoscritto un documento in cui si impegnano a valutare le posizioni dei fuoriusciti: dei lavoratori delle ditte appaltatrici uscenti, cioè, non riassorbiti dalle ditte subentranti.

Non a caso, erano seduti intorno al tavolo anche gli unici due lavoratori non assunti dalla Rendelin Spa, subentrata lo scorso agosto alla BerSud Spa nell'appalto per le opere di verniciatura e sabbiatura. Ed entro la fine di gennaio, si registreranno oltre 10 cambi di appalto all'interno dello stabilimento, con il coinvolgimento di circa 300 operai.

Preoccupati per la stabilità del proprio posto di lavoro, i dipendenti delle ditte subappaltatrici, nella seconda metà di ottobre, avevano istituito un presidio permanente all'ingresso del Petrolchimico. Lo stato di agitazione rientrò dopo la convocazione del tavolo odierno. E le rassicurazioni fornite oggi da Eni Versalis potrebbero ulteriormente contribuire a rasserenare gli animi.

La società, nel rimarcare l'importanza del polo brindisino, ha illustrato i suoi progetti per il 2014. La novità più rilevante, come detto, consiste nello stanziamento di circa 20 milioni di euro (in aggiunta ai 20 milioni di euro investiti mediamente ogni anno negli interventi di manutenzione ordinaria) per le opere di manutenzione straordinaria dell'impianto di cracking, destinato a un blocco di alcuni mesi.

Questo, sempre sulla base di quanto riferito da Eni Versalis, dovrebbe far toccare picchi di circa 800 unità alla forza lavoro delle ditte appaltatrici. Importanti annunci sono giunti anche sul fronte delle bonifiche. La Syndial, infatti, società consociata dell'Eni attiva in questo specifico settore, ha presentato al Ministero dell'Ambiente un progetto riguardante ettari di terreno ricompresi all'interno dello stabilimento. L'esito dell'incontro di stamane, ad ogni modo, verrà comunicato venerdì mattina ai lavoratori, nel corso di un'assemblea sindacale indetta di fronte ai cancelli del Petrolchimico.

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento