rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Economia

Proroga cassa integrazione per lavoratori Dcm: lettera al ministro Orlando

Iniziativa congiunta dei deputati Mauro D'Attis (Forza Italia) e Luca Aresta (Movimento 5 stelle) a sostegno di 74 dipendenti dell'ex Gse

BRINDISI - I deputati Mauro D’Attis (Forza Italia) e Luca Aresta (Movimento 5 Stelle) hanno chiesto al ministro del Lavoro, Andrea Orlando, di prolungare di un altro anno il trattamento straordinario di integrazione salariale, a salvaguardia dei 74 dipendenti della ditta Dcm (ex Gse), la cui cassa integrazione scadrà ad aprile 2021. 

“La Dcmc – si legge nella nota congiunta dei due parlamentari - come è noto, è un’impresa del settore aerospaziale che ha avanzato la richiesta di accesso al programma di crisi per cessazione. A seguito di questo passaggio, i suoi lavoratori sono stati ammessi al trattamento straordinario da febbraio 2020 fino al prossimo 22 aprile, con sospensioni di cassa Covid. A breve, quindi, i dipendenti potrebbero non percepire più nulla e tanto basta per esperire ogni strada utile a scongiurare questo rischio”. 

“Come rappresentanti del territorio, perciò, senza distinzione di colore politico di appartenenza, abbiamo voluto sollevare la questione e sottoporla all’attenzione del Ministro, dando per iscritto anche la nostra disponibilità a compiere ogni iniziativa in sede parlamentare che possa agevolare un proficuo intervento del Governo”.

La questione Dcm era stata affrontata nei giorni scorsi attraverso in tavolo in prefettura. Lo stesso prefetto di Brindisi ha caldeggiato la soluzione dell’ulteriore prolungamento della cassa integrazione, tramite gli opportuni strumenti legislativi. Anche le organizzazioni sindacali supportano questa opzione, diventata orma l’ultima spiaggia per evitare il licenziamento di 74 lavoratori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proroga cassa integrazione per lavoratori Dcm: lettera al ministro Orlando

BrindisiReport è in caricamento