rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Economia

Via Spalato, ecco la soluzione per il parcheggio: un'area suddivisa in tre porzioni

BRINDISI – La notizia non è ancora ufficiale, ma un accordo ormai sembra essere stato raggiunto, a seguito di alcuni incontri tra Comune e Autorità Portuale per modificare l’accesso al parcheggio, dopo l’ordinanza numero 14 del 28 luglio 2010 con cui il presidente dell’Authority Giuseppe Giurgola disponeva l’accesso alle sole auto per gli imbarchi. Ebbene, con un’ulteriore modifica l’area-parcheggio verrà ora suddivisa in tre parti: una per i privati che potranno sostare liberamente, una per il personale della Questura e una appunto per i passeggeri.

BRINDISI - La notizia non è ancora ufficiale, ma un accordo ormai sembra essere stato raggiunto, a seguito di alcuni incontri tra Comune e Autorità Portuale per modificare l'accesso al parcheggio, dopo l'ordinanza numero 14 del 28 luglio 2010 con cui il presidente dell'Authority Giuseppe Giurgola disponeva l'accesso alle sole auto per gli imbarchi. Ebbene, con un'ulteriore modifica l'area-parcheggio verrà ora suddivisa in tre parti: una per i privati che potranno sostare liberamente, una per il personale della Questura e una appunto per i passeggeri.

La decisione di chiudere le zone alle auto aveva fatto suscitare diverse polemiche, anche considerando la scarsa reperibilità di parcheggi nel centro cittadino. Ma al di là dei posti auto del quartiere, diventava oggettivamente impossibile sostare nel vasto raggio attorno alla questura e alla parte terminale di via Provinciale per Lecce.

La situazione di via Spalato rappresenta sicuramente un tormentone dell'estate brindisina, sia per l'assenza assoluta di servizi ai passeggeri in attesa, sia per l'impatto sul traffico del movimento di Tir ed auto nelle settimane "più calde" (come quelle di Ferragosto o di Natale), sia per il solito ritardo nell'attuazione del progetto che dovrebbe modificarne l'assetto, con un avanzamento del varco.

Il presidente dell'Authority, Giurgola, ha sempre reclamato spazi vitali per le zone di competenza dell'ente e nelle discussioni di questi giorni è coinvolta anche la banchina Calefati del Seno di Levante, quella esattamente di fronte al terminal di imbarco e sbarco per l'Albania. Eccezionalmente la Marina Militare ha concesso il passaggio per alcune settimane spalancando il cancello della servitù della ormai inutile ex Zona Nafta mettendo finalmente in comunicazione le due sponde del Seno di Levante. I Tir diretti all'imbarco potranno così entrare sì da via Spalato, ma anche dal varco di via delle Bocce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Spalato, ecco la soluzione per il parcheggio: un'area suddivisa in tre porzioni

BrindisiReport è in caricamento