Economia

"Zona economica speciale, Brindisi non può restare fuori dal quadrilatero"

L'europarlamentare Caroppo: "Inclusi i porti di Bari, Napoli, Taranto e Gioia Tauro, un equivoco l'assenza della città"

BRINDISI - "Il 'quadrilatero' a sostegno delle Zes (Zona economica speciale, ndr) collegate ai porti del Sud è un'ottima proposta, ma non può non includere espressamente anche Brindisi". E' quanto afferma in una nota Andrea Caroppo (Sud In Testa), europarlamentare e membro della commissione Industria, ricerca ed energia, commentando la proposta contenuta nell'ultimo rapporto Svimez (associazione che si occupa dello sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno) sull'economia e la società nel Mezzogiorno.

quadrilatero zes-2

"La proposta di un disegno unitario di interventi per il Mezzogiorno che punti sulla funzione strategica del Mediterraneo attraverso un 'quadrilatero' Napoli-Bari-Taranto-Gioia Tauro è apprezzabile ed è un ottimo punto di partenza. E forse in questa proposta a sostegno delle Zes collegate ai porti del Sud probabilmente non si menziona Brindisi perché ricompreso nella Zes adriatica che fa capo a Bari - spiega Caroppo- Tuttavia, nella stessa grafica del rapporto Svimez, Brindisi è fuori dal 'quadrilatero'. E, peraltro, non sarebbe la prima volta che intorno alla inclusione o esclusione di Brindisi si registrano equivoci (si pensi al Country Report Italy 2020, relativo alle aree di investimento prioritarie e alle distribuzione in Italia degli investimenti del Just Transition Found 2021-2027 collegato al Green New Deal, nel quale era individuata l’area funzionale di Taranto, ma non espressamente quella di Brindisi)".

Andrea Caroppo-2

Chiosa l'europarlamentare Caroppo: "Sarebbe meglio, però, fugare ogni dubbio. Anche plasticamente Brindisi merita espressa centralità. Il porto di Brindisi e l’area a vocazione produttiva che si è insediata intorno ad esso (con fabbriche di grandi e medi gruppi nei settori energetico, chimico, aeronautico e farmaceutico, e un manifatturiero di Pmi, in molti casi altamente qualificate, in rapporti di subfornitura e cofornitura con le industrie maggiori) non possono restare fuori dal quadrilatero. In questo senso -conclude Caroppo-  in queste ore ho scritto al presidente Svimez Adriano Giannola e al direttore Luca Bianchi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Zona economica speciale, Brindisi non può restare fuori dal quadrilatero"

BrindisiReport è in caricamento