menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ernesto Abaterusso e Pino Romano

Ernesto Abaterusso e Pino Romano

Zes e aeroporti, Articolo1 Mdp: "Si rischia una guerra fra territori"

Conferenzta stampa dei consiglieri regionali Abaterusso e Romano, che hanno parlato anche di sanità e della xylella

“Abbiamo chiesto e ottenuto alcune sedute monotematiche del Consiglio regionale sulle questioni dell’Ilva, dei trasporti, di Aqp e sulla sanità in cui Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista presenterà altrettante mozioni ‘spartiacque’ ” rispetto alla piega che ha preso la governance del Presidente Emiliano negli ultimi mesi. Così Pino Romano nella conferenza stampa che ha tenuto questa mattina, unitamente al capogruppo Ernesto Abaterusso. 

“Serve un deciso cambio di passo – ha aggiunto Romano – per mantenere l’impegno preso con gli elettori” e che prende le mosse dalla ‘primavera pugliese’ iniziata dai tempi del presidente Vendola.  Tre i punti posti in particolare: Sanità, Zes e aeroporti.

Sanità

Mdp chiede in primis la rivisitazione del piano di riordino ospedaliero alla luce delle numerose incongruenze registrate e il ricorso a bandi pubblici per la nomina dei componenti dei Civ (Comitati di indirizzo e verifica) degli Irccs. Serie perplessità anche in ordine alla costituzione di una terza azienda speciale, considerato che entrambe le due Aziende ospedaliero universitarie hanno già sforato il 10% di tolleranza nelle perdite e al ddl che prevedeva la riduzione delle Asl a tre (provvedimento appreso dai media e poi improvvisamente scomparso) a conferma dell’improvvisazione con cui si sta procedendo.

Zes

Per le due Zes (Zone economiche speciali) previste per la Puglia si sta assistendo a una discussione infinita, rischiando di abbracciare un territorio troppo ampio che punta anche alla Basilicata e che sconta la mancanza di obiettivi. “Fatta così – ha detto Romano – diventa una guerra tra territori” e ha ricordato i 4 Sin (Siti di interesse nazionale) individuati per la Puglia: Taranto, Brindisi, Manfredonia e Bari (Fibronit). Area contaminate molte estese e pericolose che necessitano di interventi di bonifica del suolo, sottosuolo e/o delle acque superficiali e sotterranee per evitare danni ambientali e sanitari. Varare le Zes e non prevedere un graduale risanamento di questi siti – ha aggiunto l’esponente di Mdp – è un errore strategico. 

Aeroporti

Infine la questione aeroporti, premesso che l’apertura al traffico civile di uno scalo deve essere prevista nel Piano nazionale che per la Puglia prevede solo Bari e Brindisi e che l’Enac ha già espresso la contrarietà per l’aeroporto di Grottaglie che porterebbe al collasso l’intero sistema regionale. “Servono studi di fattibilità – ha precisato Romano – con il coinvolgimento dell’Enac e del ministero. Serve un piano industriale. Diversamente anche in questo caso diventa una guerra tra territori”. E ha citato, tra gli altri, l’esempio della Lombardia che presenta 4 aeroporti, a fronte di una popolazione e di un flusso di viaggiatori molto maggiori e che registra grosse criticità per lo scalo di Brescia. “Servono – ha aggiunto – professionalità, competenza e visione” a fronte della “mancanza di substrati di approfondimento o degli interessi dell’assessore protempore”. 

Xylella

Anche Abaterusso ha espresso la preoccupazione sulla evoluzione della situazione in Regione. “Non c’è un tavolo per poter discutere: dalla xylella, al sistema trasporti (a cominciare dalla FSE) e alla sanità”. A quest’ultimo riguardo il capogruppo di Mdp ha evidenziato che rispetto alla condizioni critiche in cui versa il settore “serve l’impegno di un assessore a tempo pieno 25 ore su 24”. Abaterusso ha richiamato, tra l’altro, anche la pessima gestione dei fondi Ue: a fine 2018 dovrebbero esserne spesi il 30%, mentre con molta probabilità non si arriverà oltre il 10%. Serve un “tagliando” con una programmazione per la seconda parte della consigliatura regionale in grado di porre in essere una legislazione più incisiva. “Emiliano deve occuparsi di più della Puglia – ha concluso il capogruppo -. Se poi intende usare i partiti in Consiglio regionale in maniera ‘variabile’, allora la distanza con Mdp aumenterà ulteriormente”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento