rotate-mobile
Economia

Zona ex Pol, firmato l'accordo per l'uso del deposito combustibili

Avviato il completamento del circuito unico doganale che consentirà la velocizzazione del trasferimento di merci e persone

BRINDISI - Via libera al completamento del circuito unico doganale, con conseguente velocizzazione del trasferimento di merci e persone:  ieri, a Taranto, è stato siglato l’accordo procedimentale tra il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale, Ugo Patroni Griffi, e il comandante marittimo sud,  Eduardo Serra, per l’impiego di una parte del deposito combustibili ex Pol di Brindisi.

L'Ente portuale potrà impiegare una zona del deposito combustibili della Marina Militare di Brindisi, avviando il completamento del circuito unico doganale che consentirà la velocizzazione del trasferimento delle merci e delle persone, a beneficio sia delle operazioni portuali sia della viabilità urbana: "Abbiamo raggiunto un grandissimo risultato, perseguito da tanto tempo, -commenta il presidente Patroni Griffi- che ci permetterà un’azione programmatoria di definizione del circuito unico portuale. Un’azione già impressa fortemente con il recente collegamento viario tra Costa Morena Ovest e Sant’Apollinare.”Non da meno, - conclude il presidente-interverremo sul recupero dell’area a terra del deposito ex POL che, data la sua riconosciuta caratterizzazione di pregiata cerniera urbana, sarà oggetto di ampi e approfonditi momenti partecipativi con la città.”

Questo accordo rientra in un più ampio progetto per la cessione definitiva del deposito ex Pol, il cui finanziamento è stato di recente approvato nella seduta del 10 luglio scorso dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona ex Pol, firmato l'accordo per l'uso del deposito combustibili

BrindisiReport è in caricamento