Sabato, 15 Maggio 2021
Elezioni

Emiliano ha deciso: mercoledì presenta Nando Marino candidato del Pd

Intanto spunta una pagina Facebook come politico, cancellata subito e sul sito internet la scritta: "Coming soon". Fusco di Sì Democrazia: "Non lo voteremo, le ragioni del buon senso imponevano altre scelte per Brindisi". La base del Pd in rivolta

Michele Emiliano e Nando Marino mercoledì scorso a Brindisi

BRINDISI – Michele Emiliano ha deciso e la prossima settimana presenterà ufficialmente Nando Marino come candidato sindaco per il Pd: il presidente dell’Enel Basket Brindisi è l’uomo giusto per scrivere il futuro del capoluogo secondo il segretario regionale del Partito democratico che nonostante i dubbi legati soprattutto al conflitto di interesse relativo al rapporto tra l’imprenditore e la società elettrica, non ha fatto alcun passo indietro. Anzi.

Nando Marino e Michele Emiliano-2Secondo indiscrezioni che si rincorrono sull’asse Bari-Brindisi, Emiliano dovrebbe dare il via libera alla corsa di Marino in direzione di Palazzo di città mercoledì prossimo, nell’hotel Orientale. Se dovessero essere confermate le voci, l’investitura con in canoni dell’ufficialità, arriverebbe a distanza di sette giorni esatti dalla benedizione riservata a tifosi della squadra di basket e ai simpatizzanti avvenuta nello store dell’Enel Basket di corso Garibaldi, in occasione dell’iniziativa di beneficienza per Pasqua.

Emiliano, come si ricorderà, è piombato a Brindisi per prendere parte alla manifestazione, ha stretto la mano a Marino a favore di fotografo, ma non ha speso una sola parola per la campagna elettorale a Brindisi nonostante la legittima curiosità dei presenti, giornalisti in primis. Anche perché allo store è stata notata la presenza della commissionaria cittadina del Pd Sandra Antonica. E secondo i bene informati dopo la manifestazione, Emiliano, Marino e Antonica sarebbero anche andati a cena insieme per parlare non di basket, non di uova da dare in beneficienza per Pasqua, ma appunto di elezioni a Brindisi che il segretario-governatore della Puglia vuole vincere, dice.

MIchele Emiliano al New Basket Store-2Pare che abbia commissionato un sondaggio sul gradimento di Nando Marino e che il risultato lo abbia convinto che l’imprenditore della Bmw sia effettivamente la persona giusta per centrare l’obiettivo vittoria e rinnovare la classe dirigente del Partito democratico. Forse sì, forse no.

Fatto sta che Marino non è nome che unisce. Anzi. Tutt’altro. Altro rispetto all’inferno esterno che Emiliano vuole scatenare, stando a quanto affermato in occasione dell’assemblea regionale del Pd, quella che ha voluto tenere a Brindisi. Separa eccome. L’inferno è scoppiato all’interno del Partito democratico: divide il Pd poiché non convince la base brindisina che avrebbe voluto essere coinvolta nella scelta fornendo altri nomi. Non solo. L’ipotesi della sua candidatura quando viaggiava lungo i binari ufficiosi è stata tale da raffreddare persino i rapporti tra lo stesso Emiliano e Roberto Fusco, ottimi sino a qualche tempo fa come. E adesso cosa succederà della lista di Fusco, Sì democrazia?

Selfie di Roberto Fusco e Michele Emiliano“Finora abbiamo dialogato nella convinzione che si potesse avere il buon senso di ragionare attorno a una figura diversa”, dice Fusco. “Se effettivamente dovesse essere Nando Marino il candidato del Pd, non credo ci sia altra strada da seguire se non lasciare il tavolo che, per quanto riguarda Sì democrazia, era stato inteso non già come coalizione, ma di consultazione”, sostiene l’avvocato che in ogni caso mercoledì incontrerà i suoi per assumere una decisione ufficiale.

Sì democrazia, quindi, si sfila? “Se il candidato dovesse essere quello, allora sì: non lo voteremo. Per un motivo molto semplice che, sia chiaro, non attiene alla persona Nando Marino, ma al conflitto di interesse che inevitabilmente si trascina e che non può portare alcun modello di sviluppo se non quello che rimanda all’Enel, per cui sarebbe difficile se non addirittura impossibile garantire la tutela della salute. Lo abbiamo sempre detto e lo ripetiamo, peccato che Emiliano non lo abbia capito”.

“Del resto non credo che ci sia alcuna condivisione politica tra Emiliano e Marino”, aggiunge Fusco. “Evidentemente i sondaggi avranno detto altro”.

Non parlano, invece, gli esponenti di Ncd-Area Popolare, Ciro Argese e Mimmo De Michele: in occasione dell’ultima riunione nella sede del Pd avevano evidenziato difficoltà nella composizione della lista nel caso di candidatura a sindaco di Marino. Avrebbero chiesto ad Emiliano 48 ore di tempo per riflettere e per arrivare alla presentazione di un nome alternativo, dopo aver fatto i nomi dello stesso Fusco e dell’avvocato socialista Vincenzo Guadalupi. Quest’ultimo aveva chiesto le primarie, bocciate dal Pd di Emiliano, e per questo motivo si è avvicinato al raggruppamento nato attorno agli ex consiglieri comunali che hanno sostenuto il sindaco Mimmo Consales.

nando marino pagina Fb-3Silenzio anche da parte di Nando Marino ma nelle ultime ore pare sia stata definita la sua lista civica con Antonio Benarrivo, ex terzino del Parma, tra i potenziali candidati consiglieri assieme a Rino Scarano, ex assessore alla Pubblica Istruzione del sindaco Domenico Mennitti. Sempre nelle ultime ore qualcuno dello staff di Marino ha creato una pagina Facebook per il “politico” che è stata on line per un po’: qualcuno l’ha vista, ha provato anche a interagire quando a un certo punto è “scomparsa”. Probabilmente è stata “cancellata” perché apparsa prematuramente. Ma la prova dell’esistenza sia pure temporanea c’è basta guardare la foto qui al lato.

“Coming soon” invece dice il sito internet che corrisponde al nome di Nando Marino, sullo sfondo del logo della Bmw e di quello dell’Hotel Orientale. Qui all’Orientale dovrebbe essere presentato ufficialmente come candidato del Partito democratico. Il conto alla rovescia è iniziato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emiliano ha deciso: mercoledì presenta Nando Marino candidato del Pd

BrindisiReport è in caricamento