Ceglie, Resta stacca il pass per il ballottaggio, sfiderà Palmisano

Per circa un centinaio di voti la candidata donna supera Locorotondo che annuncia il ritiro dalla scena politica

CEGLIE MESSAPICA - E’ ballottaggio in terra messapica tra Angelo Palmisano e Giusy Resta. Il primo turno viene chiuso davanti dal candidato ed ex vice sindaco di Caroli (Fratelli d’Italia, Cittadini del Fare, Insieme per Ceglie, Io sto con Palmisano e Noi ci Siamo) che ottiene il 44,08 percento. Alle sue spalle Giusy Resta con il 16,80 percento. Fuori dai giochi ballottaggio per un centinaio di voti Francesco Locorotondo che non va oltre il 16 percento. A seguire con un divario di 200 voti circa, Piero Piccoli con il 13,8 percento. Chiude all’ultimo posto Isabella Vitale (Radici d’impegno) con l’8,9 percento.

Le dichiarazioni di Angelo Palmisano

Con circa 30 punti di distacco dal secondo, Angelo Palmisano conquista il ballottaggio come nelle previsioni: “Non ho mai ipotizzato i risultati degli altri – commenta - ho fatto la mia campagna elettorale ed ero sicuro di quello che stavo facendo. Il responso ha sancito che il mio avversario sia Resta. Affronteremo il ballottaggio con la stessa serenità di sempre. Sono dell’idea che le partite vanno sempre giocate e giocheremo anche questa con serenità, onestà e rispetto umano nei confronti di tutti. Umanamente mi dispiace per Francesco, perché dalle sue parole si percepisce l’amarezza che comprendo. L’ho provata anche io tante volte e il modo elegante con cui ha deciso di uscire di scena gli fa onore.”

Le dichiarazioni di Giusy Resta

“Sono serena e felice per il risultato strepitoso raggiunto in poco tempo grazie ad una squadra che mi ha amata dalla prima ora e il merito di tutto questo va anche ai ragazzi. Non ci saranno apparentamenti perché da donna libera ci ho messo la faccia per mettermi al servizio della città.”

Francesco Locorotondo annuncia il ritiro dalla politica

Con una frase da film, il candidato sindaco Francesco Locorotondo annuncia la sua uscita dalla scena politica: “È stata una campagna lunga e diversa, bella e avvincente anche se non mi ha visto vincente, ma la politica è così. A volte credi di essere favorito perché vedi affetto, attenzione e consenso senza che questi sentimenti si trasformino in voti, trasformando la stessa politica in fiera dell’ipocrisia. Per questo motivo, dopo 27 anni di politica attiva, credo sia arrivato il momento di dire basta e ritirarmi definitivamente. Ho un rammarico, in tutti questi anni ho perso tante amicizie, tante occasioni lavorative e tanti affetti per aver investito e creduto nella mia attività politica.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapinatori armati di mazza nel centro commerciale Le Colonne: caos tra gli avventori

  • Nuovi contagi nelle scuole: positivi a Brindisi, Ostuni, Ceglie e Fasano

  • Coronavirus: nuovo picco in Puglia, contagi in aumento a Brindisi

  • Positivi al covid andavano a lavorare in campagna: denunciati

  • Bambino positivo al Covid: lo sfogo della zia, contro ignoranza e maldicenze

  • Coronavirus, escalation di ricoveri. Nel Brindisino continuano ad aumentare i positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento