Elezioni

Enel, basket e conflitto di interessi: Marino risponde a Rossi

I rapporti con l’Enel sono al centro di un botta e risposta fra Riccardo Rossi, candidato sindaco della coalizione Brindisi-Smart, e Nando Marino, candidato del centro sinistra

BRINDISI – I rapporti con l’Enel sono al centro di un botta e risposta fra Riccardo Rossi, candidato sindaco della coalizione Brindisi-Smart, e Nando Marino, candidato del centro sinistra. Il primo, attraverso una nota diramata in mattinata, ha definito “inquietante il conflitto di interessi di Marino con Enel. “Può Marino essere un sindaco in grado di confrontarsi con  Enel su aspetti fondamentali come il diritto alla salute  - si chiede Rossi - dei suoi cittadini senza compromettere la tenuta economica della società di basket che non può fare a meno dei soldi di Enel?”

Rossi inoltre invita il presidente della New Basket a dare una risposta ai seguenti quesiti: “Quanto è esposto economicamente nella Riccardo Rossi-3società di basket?;  Ha fideiussioni o esposizioni bancarie come socio dell’Enel Basket?; Ha chiesto a  Consales di intervenire per evitare che Enel riduca la sponsorizzazione?; Ed ancora in caso di riduzione della sponsorizzazione quali saranno le conseguenze sulla sua situazione finanziaria e patrimoniale?” “Son tutte domande – conclude Rossi - che non riguardano più la sfera privata di  Marino avendo egli scelto di candidarsi sindaco”. .

Nel giro di qualche ora arriva la risposta di Marino, che si dice sorpreso per le “ questioni poste dal candidato Riccardo Rossi sul paventato conflitto d’interessi con Enel”. Per quanto riguarda il tema del diritto alla salute, Marino afferma: “da primo cittadino di Brindisi sarei il principale tutore di questo valore assoluto e la mia posizione all’interno di una società sponsorizzata Enel non sarebbe per nulla pregiudiziale”. “Sono dell’avviso che le emissioni, non solo dell’Enel, ma di ogni altro soggetto industriale presente nel territorio – prosegue Marino - debbano essere monitorate e verificate costantemente attraverso i controlli dell’Arpa, ente che ha tra gli altri il compito di raccogliere, elaborare e produrre informazioni sullo stato di salute del territorio”.

Secondo marino quindi “l’Amministrazione comunale dovrà interagire con l’Arpa al fine di tenere sotto controllo i livelli di diffusione e concentrazione degli agenti inquinanti, attivando un processo funzionale alla adozione di eventuali provvedimenti correttivi, in estrema ipotesi l’ordinanza di chiusura temporanea degli impianti”.

Nando MarinoRiguardo alla sua situazione economica all’interno della società, Marino ricorda “che la ‘New Basket Brindisi’ è una società a responsabilità limitata con più soci, i cui bilanci sono regolarmente depositati e consultabili presso la Camera di Commercio di Brindisi”. “Ricordo anche al candidato Rossi – prosegue Marino - che, trattandosi di una società di capitali, le responsabilità del socio sono limitate alle quote di conferimento, alla luce di una netta distinzione tra patrimonio sociale e patrimonio personale”.

Per quanto riguarda la questione della sponsorizzazione Enel, Marino afferma “di aver avviato all’epoca una interlocuzione con l’ex sindaco Consales, al quale prospettai l’ipotesi di una complessiva rimodulazione del contratto, concordata con Enel, sulla base dei risultati legati all’andamento del campionato e dei mancati introiti alla luce della non realizzazione del ‘PalaEventi’, così come era stato promesso il giorno della promozione in Lega A”.

Infine, rispetto alla possibile riduzione della quota sponsor, Marino rimarca “che il relativo importo non arriva a coprire il 50% dei costi complessivi della società, come si può evincere dai bilanci depositati presso Camera di Commercio. In ogni caso, qualora vi fosse una riduzione, i soci convocherebbero un Consiglio di amministrazione per stabilire i nuovi assetti, come è normale che accada secondo la governance di una società di capitali”.

“E poiché – conclude il candidato del centrosinistra - il fenomeno ha assunto una dimensione nazionale, prova ne sia l’arrivo dell'allenatore campione d'Italia e autore dello storico triplete dello scorso anno, ‘Meo’ Sacchetti, l’indirizzo potrebbe essere quello di ricercare soluzioni alternative volte a reintegrare la minore entrata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enel, basket e conflitto di interessi: Marino risponde a Rossi

BrindisiReport è in caricamento