Elezioni

"Gli iscritti al Pd che sfideranno il partito alle elezioni saranno cancellati"

Gli aderenti al Pd che parteciperanno a liste concorrenti a quelle appoggiate dal partito saranno prima sospesi, poi cancellati dagli elenchi degli iscritti. E’ questo l’avviso diramato ai quattro responsabili cittadini dei comuni chiamati al voto amministrativo del 5 giugno in provincia di Brindisi

La federazione del Pd

BRINDISI – Gli aderenti al Pd che parteciperanno a liste concorrenti a quelle appoggiate dal partito saranno prima sospesi, poi cancellati dagli elenchi degli iscritti. E’ questo l’avviso diramato ai quattro responsabili cittadini dei comuni chiamati al voto amministrativo del 5 giugno in provincia di Brindisi, vale a dire la commissaria del partito democratico del capoluogo, Sandra Antonica, e i segretari dei circoli di San Pancrazio Salentino, Antonio Gennaro, Cisternino, Roberto Blonda, e Fasano, Pierfrancesco Palmariggi.

Sono avvertiti tutti gli ex consiglieri comunali, assessori e membri del Pd di Brindisi che stanno dando vita in questi giorni alle liste che sosterranno la candidata sindaco Angela Carluccio (area Ferrarese). I quali sanno benissimo cosa prevede lo statuto del partito. E’ quanto ha deciso la commissione provinciale di garanzia del Partito democratico nella riunione del 12 aprile, svoltasi nella sede della federazione provinciale di via Osanna alla presenza del responsabile provinciale del tesseramento,  Corrado Tarantino, e del tesoriere Salvatore Mariano. Era assente il segretari provinciale Maurizio Bruno.

La commissione, è scritto nella lettera, “rammenta che è dovere degli iscritte e delle iscritte sostenere le liste e i candidati del Partito Democratico e che le iscritte e gli iscritti che promuovono, aderiscono, sostengono o si candidano in liste alternative al Pd e non autorizzate verranno, a norma di Statuto, sospesi prima e cancellati poi dall’anagrafe degli iscritti e di conseguenza decadranno da tutti gli incarichi eventualmente ricoperti nel partito. Si specifica inoltre che tale sanzione è applicata per due anni (quello in corso e il prossimo)”.

Ai tre segretari di Fasano, Cisternino e San Pancrazio Salentino perciò viene chiesto “di far pervenire a codesta commissione segnalazioni precise e dettagliate di quanti stanno violando le norme dello statuto per poter procedere di conseguenza”. Seguono le firme dei garanti Silvestro Iaia, Fabio Giorgino, Daniele Orofalo e Cosimo Santoro, oltre quella di Tarantino. Non resta che attendere la reazione di Salvatore Brigante, Pasquale Luperti, Luciano Loiacono e altri associati alla sfida al candidato ufficiale del partito, Nando Marino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gli iscritti al Pd che sfideranno il partito alle elezioni saranno cancellati"

BrindisiReport è in caricamento