Elezioni

Il M5S: "Ora vediamo certificati e debiti di eletti e candidati sindaco"

Metodo "Cinque Stelle" anche a Brindisi per candidati sindaco, consiglieri eletti e futuri assessori, che dovrebbero presentare ai cittadini le certificazioni del proprio status penale, e delle eventuali relazioni professionali o contenziosi con la pubblica amministrazione

Stefano Alparone con Roberto Fico

BRINDISI - Metodo "Cinque Stelle" anche a Brindisi per candidati sindaco, consiglieri eletti e futuri assessori, che dovrebbero presentare ai cittadini le certificazioni del proprio status penale, e delle eventuali relazioni professionali o contenziosi con la pubblica amministrazione, e particolarmente con il Comune. Lo chiede il candidato sindaco giunto terzo dopo Nando Marino e ngela Carluccio, Stefano Alparone (che nel nuovo consiglio sarà molto probabilmente il capogruppo o portavoce del M5S).

"Durante la campagna elettorale tanti gli inni alla trasparenza, al riportare il cittadino al centro delle istituzioni e alla democrazia partecipata. In attesa dell’esito del voto che proclamerà il nuovo sindaco, riteniamo opportuno sollecitare i due competitor a iniziare a rendere tangibile per lo meno il proposito sulla trasparenza", sollecita Alparone. "Chiediamo dunque, almeno per i consiglieri che  potenzialmente entreranno in consiglio (sarebbe stato opportuno farlo a monte, per i quasi 200 candidati per coalizione) di conoscere: certificati penali; carichi pendenti; curricula".

"Per gli aspiranti sindaco, crediamo che la cittadinanza debba essere messa a conoscenza su: status giudiziario, conflitti d’interesse (rapporti professionali remunerati con il Comune in cui è candidato, possesso di quote societarie, appartenenza ad organizzazioni no-profit; ruoli pubblici o politici ricoperti in passato), attendiamo ancora che il candidato Fernando Marino renda pubbliche tali informazioni. Inoltre - propone ancora Alparone - per entrambi sarebbe giusto conoscere eventuali posizioni debitorie e magari conoscere i finanziatori delle loro campagne elettorali".

C'è in ultimo la questioned ella giunta: "Infine riteniamo non solo auspicabile ma decisamente necessaria la presentazione prima del voto dell’eventuale giunta da parte dei due candidati, corredata dalle stesse informazioni richieste per i candidati sindaco. Certi di non chiedere nulla di straordinario a chi, a più riprese, ha parlato dell’importanza della trasparenza, attendiamo fiduciosi di conoscere, prima di tutto come cittadini, quanto richiesto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il M5S: "Ora vediamo certificati e debiti di eletti e candidati sindaco"

BrindisiReport è in caricamento