menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lettera ai candidati: "Brindisi ostaggio delle auto, incentivare l'uso della bici"

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta dell’associazione “Friend’s bike” ai candidati sindaco di Brindisi in vista delle elezioni amministrative in programma il prossimo giugno

BRINDISI – Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta dell’associazione “Friend’s bike” ai candidati sindaco di Brindisi in vista delle elezioni amministrative in programma il prossimo giugno.

La nuova amministrazione comunale di Brindisi che uscirà dalle elezioni di giugno, qualunque essa sia, dovrà dare delle risposte ai problemi oramai incancreniti della mobilità cittadina. Dovrà innanzitutto eliminare quegli orribili parcheggi su corso Garibaldi e ripristinare, sulla quella stessa strada, l'isola pedonale.

La città non può essere ostaggio delle auto e delle cattive abitudini degli automobilisti. Bisognerebbe pensare finalmente a creare dei veri percorsi ciclabili utili, sulle direttrici periferie-centro e casa-ufficio, rilanciando il bike sharing per davvero oltre la deludente esperienza pregressa. E laddove non sia possibile creare le ciclabili, imporre in varie aree cittadine, il limite di velocità a 30 all'ora, per rendere più sicura la circolazione dei velocipedi e limitare i danni di eventuali sinistri che vedano il coinvolgimento di utenti deboli della strada (pedoni e e ciclisti).

In una città a misura d'uomo come Brindisi, su cui peraltro insiste una delle più grandi aree industriali del Meridione, con tutto quello che ne concerne in termini di emissioni inquinanti, non si può non pensare a limitare lo strapotere delle autovetture e ad incentivare la mobilità sostenibile e pulita.

Per queste ragioni, la nostra associazione, chiede ai candidati sindaci e alle forze politiche che si fronteggeranno nella prossima consultazione amministrativa impegni concreti e tangibili sui punti sin qui esposti, nella certezza che da questo nuovo modello di mobilità la città tutta possa trarre solo dei vantaggi, anche e soprattutto nella direzione di una migliore fruizione del territorio urbano, sia da parte dei nostri concittadini sia da parte dei turisti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento