Martedì, 19 Ottobre 2021
Elezioni

"Solo un sindaco-manager può salvare Brindisi dal rischio default"

Riceviamo e pubblichiamo un intervento di Raffaele Tafuro, presidente Comitato Vivere in Movimento, sulle elezioni amministrative in programma il prossimo giugno a Brindisi

Riceviamo e pubblichiamo un intervento di Raffaele Tafuro, presidente Comitato Vivere in Movimento, sulle elezioni amministrative in programma il prossimo giugno a Brindisi

Siamo davvero terrorizzati dalle ultime vicende politiche nella città di Brindisi. In questi giorni stiamo assistendo alla solita corsa al nome con varie ipotesi di candidature per la guida della città di Brindisi "alcune già ufficializzate".  

Il male peggiore è che come spesso accade tutti i partiti e movimenti si preoccupano dei nomi ma nessuno si preoccupa a diffondere un programma serio, politico, economico, finanziario e sociale per lo sviluppo di un città ormai vicina al default. 

Forse qualcuno non sa, che la città di Brindisi  oggi potrebbe essere classificabile  dalle primarie agenzie di rating come Standard & Poor's, Moody's e Fitch nella più triste delle classi e cioè classe DDD  (con rischio di default quasi certo). Ma tutti i partiti e movimenti, nonostante a breve saremo chiamati alle urne, si preoccupano solo ed esclusivamente di mettere sul tavolo eventuali nomi spendibili per aggiustarsi le proprie coalizioni, e ancor peggio sistemarsi le proprie poltrone, tralasciando questo piccolo dettaglio del quasi default e del programma che oggi come non mai è di vitale importanza per la nostra città! 

A nostro avviso questa città non ha bisogno di nomi ma di fatti concreti. Sarebbe auspicabile che i mass media locali coinvolgessero con singolari iniziative i cittadini dando  più spazio a famiglie pensionati disoccupati e altri e meno ai partiti e movimenti. Così facendo molto probabilmente si potrebbero divulgare confronti, idee, soluzioni e sopratutto  speranza! 

Il nostro più grande auspicio è quello che la città di Brindisi possa ritornare alla ribalta per mano di un traghettatore "Manager Esperto" (magari estero) con comprovata esperienza nel salvataggio di aziende in default. Un Manager che sia capace di  rilanciare tutte le zone economiche e sociali della città, come ad esempio la ormai "abbandonata a se stessa" zona industriale, "l'eccellenza esclusa da anni da tutte le competizioni" ossia sua eccellenza l'agricoltura, l'ormai reso a dir poco ridicolo porto, che sia capace di potenziare ulteriormente l'aeroporto, che sia in grado di valorizzare tutti i siti archeologici e culturali.  Un manager che sia sopratutto un grande esperto nel sociale, che sia in grado di sistemare un volta per tutte la questione rifiuti (senza galera alcuna) e la delicata questione della partecipata multiservizi in balia della sorte! 

Inoltre vorrei sottolineare che a breve numerose famiglie Brindisine si vedranno costrette a fare i conti con l'emergenza abitativa a causa della quasi imminente scadenza dei numerosi contratti di affitto sociali. Ovviamente tutte le famiglie più disagiate che non riusciranno a riscattare le abitazioni e o onorare i nuovi contratti rivalutati molto probabilmente saranno buttate fuori da casa. 

Ma i partiti hanno un solo obbiettivo il nome! Noi un altro vogliamo un manager capace!!!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Solo un sindaco-manager può salvare Brindisi dal rischio default"

BrindisiReport è in caricamento