rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Emergenza Covid-19

Covid, Puglia: altri 22 decessi, aumentano i ricoveri in terapia intensiva

In un giorno si sono registrati 6.154 nuovi contagi. Effettuati 41.692 test. Nel Brindisino altri 516 casi

Sono 22 le persone affette da Covid decedute nelle ultime 24 ore in Puglia. Si tratta di uno dei dati più elevanti della quarta ondata pandemica, che lentamente continua a rientrare. Stando ai dati diffusi dalla Regione tramite il bollettino epidemiologico odierno (martedì 15 febbraio), in un giorno si sono registrati 6.154 nuovi contagi, a fronte di 41.692 test effettuati. 

I nuovi casi sono così distribuiti: provincia di Bari, 1.680; provincia di Bat, 415; provincia di Brindisi, 516; provincia di Foggia, 1.081; provincia di Lecce, 1.559; provincia di Taranto, 858; residenti fuori regione, 29; provincia in definizione, 16. 

La situazione negli ospedali

Negli ospedali la situazione resta stazionaria. In area non critica si trovano infatti 737 pazienti: quattro in meno rispetto a ieri. In terapia intensiva si sale invece da 64 a 67 ricoveri. Stando al report dell’agenzia Agenas con dati aggiornati al 14 febbraio, la Regione Puglia è una delle sette regioni in cui cresce la percentuale di posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti Covid, per una quota pari al 13 percento. Stabile invece il tasso di occupazione dei reparti di area medica, pari al 25 percento. 

Fra l’ospedale Perrino di Brindisi e quello di Ostuni sono ricoverati complessivamente 68 pazienti. Al Perrino se ne trovano 45: 9 in Medicina Interna; 12 in Malattie Infettive; 17 in Pneumologia; 7 in Terapia intensiva. Nell’ara Covid sono ospitati 8 pazienti. Nell’area Covid di Pediatria si trovano 7 bambini. Presso l’ospedale di Ostuni si trovano invece 23 pazienti: 6 in Pneumologia, 17 in Medicina Interna. I post Covid di Mesagne, Cisternino e Ceglie Messapica ospitano rispettivamente 12, 9 e 11 persone. 

I dati complessivi

Le persone attualmente positive sono 94.594. Dall’inizio della pandemia si sono registrati 687.628 casi totali, a fronte di 8.365.713 test eseguiti. Sono 585.573 le persone guarite; 7.461, invece, quelle decedute. 

Il punto sui vaccini

Nella Asl di Brindisi da oggi, 15 febbraio, nei giorni di apertura programmati, è consentito l'accesso libero, cioè senza prenotazione, sia nei punti vaccinali dedicati alla popolazione dai 12 anni in su che in quelli per i bambini dai 5 agli 11 anni. L'accesso libero riguarda la somministrazione del ciclo vaccinale primario, nonché della dose booster o di quella addizionale. Nei centri sarà garantita un'adeguata gestione dei flussi di persone con percorsi e modalità organizzative differenziate tra chi ha la prenotazione e chi invece si presenta "a sportello". Il dipartimento di Prevenzione è impegnato anche per favorire il completamento del ciclo vaccinale per i soggetti fragili e ospiti delle strutture residenziali e semi-residenziali, in accordo con i medici di medicina generale, centri e reti di patologia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Puglia: altri 22 decessi, aumentano i ricoveri in terapia intensiva

BrindisiReport è in caricamento