Martedì, 21 Settembre 2021
Emergenza Covid-19 Oria

Covid, avviati screening nei comuni del Brindisino: un bambino positivo

La conferma dovrà essere data dal tampone molecolare. I test proseguiranno anche nei prossimi giorni

Un bambino è risultato positivo al Covid-19 oggi a Oria durante lo screening sulla popolazione scolastica eseguito nell’ambito della campagna di prevenzione voluta dall’ordine dei Medici della Provincia di Brindisi. A San Pietro Vernotico su 250 circa test effettuati oggi, nessun caso di positività. Nessun caso anche a Torre Santa Susanna. 

Oria

A Oria i test avviati lunedì 4 gennaio si svolgeranno fino al 6 e vengono eseguiti presso la tensostruttura sita sulla via per il Santuario di San Cosimo. La positività del bambino dovrà essere confermata dal tampone molecolare. 

San Pietro Vernotico

A San Pietro gli screening, avviati oggi, sono stati eseguiti presso il Centro Polivalente Anziani proseguiranno domani mattina e pomeriggio e nei prossimi giorni. Su 250 nessun positivi, ne mancano circa 500.

Torre Santa Susanna

Ieri sera alle 19 nel comune di Torre Santa Susanna, si è conclusa la esecuzione dei tamponi antigenici volontari della popolazione scolastica in Torre. 

"Grazie ai volontari ( medici, infermieri, tecnici di laboratorio, qualche farmacista, le protezioni civili e il personale scolastico messo a disposizione dal Dirigente), grazie al personale della amministrazione, ma grazie soprattutto ai genitori che hanno scelto di aderire ad un gesto di generosità verso la collettività: maggiore sicurezza cosciente per se e per i propri figli". Scrive il sindaco Michele Saccomanno. 

"Abbiamo oggi una possibilità in più di scegliere la scuola in presenza:  707 test tutti negativi, con una adesione del 63,35 per cento. Grazie alla collaborazione dei responsabili della Asl che ci hanno assistito con i tempestivi rifornimenti del necessario. Iniziativa per la quale sono grato anche alla condivisone della intera Amministrazione Comunale.  Vogliamo essere uno stimolo civico per tutti in un momento nel quale ogni gesto buono e corretto ci aiuta ad uscire da questa terribile pandemia".

San Donaci

Si è concluso ieri alle 18.30 lo screening a San Donaci. Nelle giornate del 4 e del 5 gennaio sono stati effettuati 600 test (tutti con esito negativo) che hanno riguardato la quasi totalità degli studenti di scuola primaria e secondaria di primo grado, del personale docente e del personale Ata dell’istituto comprensivo e della Scuola Nazareth. Sono stati sottoposti a tampone anche 78 studenti frequentanti la scuola secondaria di secondo grado.

"Scopo di questa iniziativa era quello di far rientrare a scuola, in sicurezza i nostri ragazzi dopo le festività natalizie, durante le quali sono aumentati i momenti di convivialità. L’esito di questi test, che, ribadiamo, è stato negativo, ha segnato un nuovo punto di partenza importante nella difficilissima gestione delle scuole in tempi di Covid; l’ordinanza regionale di ieri che ha spostato la data di ripresa dell’attività scolastica per le superiori e ha reso volontario il rientro in presenza per elementari e medie, deve farci comprendere ancora meglio che il maledetto è sempre in agguato e che, in attesa dei tanto agognati vaccini, dobbiamo perseverare con i nostri comportamenti virtuosi". Si legge in un post dell'amministrazione.

"Questa importante iniziativa, il cui sforzo organizzativo è stato notevole, è stata resa possibile grazie all’instancabile e generoso lavoro degli operatori sanitari, tra medici e infermieri che hanno risposto all’appello dell'Amministrazione Comunale offrendo la loro disponibilità a titolo totalmente gratuito".

"Quindi un sentito ringraziamento per l’attaccamento al territorio dimostrato dai medici Di Tommaso Roberta, Elia Beniamino, Lolli Vincenzo, Miccoli Antonio, Simonetti Francesco, Sturdà Carmela e dagli infermieri D'oronzio Corinne, Gennaro Annapaola, Lorenzo Giusy, Mauramati Giuseppina, Mazzotta Emilio, Miccoli Lucia e Presta Tonio. Fondamentale è stata la collaborazione della Protezione Civile che ha gestito le operazioni di afflusso e deflusso evitando assembramenti all’esterno e all’interno dell’edificio scolastico nel quale i tamponi sono stati effettuati". 

Villa Castelli

Sono tutti negativi i 316 tamponi eseguiti sulla popolazione scolastica. "Ringrazio in primis i bambini e i ragazzi per il loro grande coraggio  - ha dichiarato il sindaco Giovanni Barletta - e tutti i volontari, tra cui medici, infermieri, oss, protezione civile e parrocchia, per il servizio prestato. Un grazie alla dirigente scolastica per la collaborazione e all'amministrazione comunale che mi affianca". 

Ceglie Messapica

Sono 250 i tamponi antigienici eseguiti con esito negativo per tutti. "Sento il dovere di ringraziare a nome di tutta la città  il personale medico e non che ha aderito all’iniziativa su base volontaria con grande senso del dovere e di appartenenza alla propria comunità - dichiara il sindaco Angelo Palmisano - i medici di base, i medici e gli infermieri dell’ Usca, gli infermieri, le Oss, gli operatori della croce rossa italiana, gli operatori della protezione civile oltre che gli uffici dei servizi sociali che si sono prodigati affinché tutto andasse nel migliore dei modi. Un ringraziamento particolare al dottore Donato Gallone per aver coordinato le attività del personale medico e paramedico". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, avviati screening nei comuni del Brindisino: un bambino positivo

BrindisiReport è in caricamento