Emergenza Covid-19

Covid Puglia, salgono ancora i contagi ma sono oltre i mille i guariti

Un decesso registrato in provincia di Brindisi. Partita la campagna di vaccinazione nell'hub di Ceglie Messapica alla presenza dell'assessore regionale alla sanità Lopalco

In 24 ore la Puglia registra 1.634 nuovi positivi a fronte di 10.938 test effettuati, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute. Sopra i mille i guariti ( +1226 rispetto a ieri mercoledì 10 marzo) e calano, anche, i decessi fermi a 17. Maglia nera ancora per la provincia di Bari dove i positivi sono 725, seguita da Taranto con 291, Foggia con 252, 143 in provincia di Lecce, 126 nella provincia Bat e 89 in provincia di Brindisi. Otto casi, infine, di provincia di residenza non nota.

Quanto ai decessi, 5 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 1 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.660.804 test, 119.351 sono i pazienti guariti e 36.986 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 160.542 così suddivisi: 62.416 nella Provincia di Bari; 16.578 nella Provincia di Bat; 11.705 nella Provincia di Brindisi; 31.170 nella Provincia di Foggia; 13.901 nella Provincia di Lecce; 23.934 nella Provincia di Taranto; 615 attribuiti a residenti fuori regione; 223 provincia di residenza non nota.

Il bollettino epidemiologico Puglia dell'11 marzo 2021

Aggiornamento ricoverati

Nell’ospedale di Ostuni sono ricoverati 28 pazienti in Medicina interna e 18 in Pneumologia. Al Perrino, invece, ci sono 20 pazienti in Malattie infettive, 20 in Pneumologia, 7 in Rianimazione.  Ieri un decesso al Perrino in Rianimazione: un uomo di 76 anni. I post Covid ospitano 16 pazienti a Mesagne e 9 a Ceglie Messapica.

Vaccinazioni anti Covid in provincia di Brindisi

E' partita questa mattina a Ceglie Messapica la somministrazione dei vaccini anti Covid. L'hub allestito nel Palasport2006 è stato visitato alle 11 di oggi, giovedì 11 marzo 2021, dall'assessore alla sanità della regione Puglia, Pierluigi Lopalco.

Anche a Villa Castelli è iniziata questa mattina la vaccinazione di una parte dei volontari della protezione civile del gruppo Prociv-Arci, associazione impegnata, fin dall'inizio dell'emergenza, ad aiutare tutti i cittadini con attività di supporto in collaborazione con l’amministrazione comunale. "Un ringraziamento a nome mio personale al presidente del coordinamento provinciale delle associazioni di protezione civile di Brindisi, Giannicola D'Amico che si è battuto tanto affinché noi volontari facessimo il vaccino", ha commentato Adriano Bellanova, presidente Prociv-Arci Villa Castelli.  

Tra pochi giorni, anche, San Vito dei Normanni potrà ospitare un centro per le vaccinazioni anticovid. L’amministrazione comunale ha messo a disposizione della Asl l’impianto sportivo polivalente “Antonio Ruggiero”, la struttura tensostatica sita nel complesso sportivo di via Don Milani che è stata già utilizzata nei primi giorni di gennaio per effettuare lo screening per la popolazione scolastica. La Asl, dopo aver effettuato il previsto sopralluogo, ha ritenuto idonea quella struttura anche per somministrare i vaccini e ora si sta preparando per il suo allestimento e per pianificare i servizi necessari. “Probabilmente – dice il sindaco Silvana Errico – l’Aslpotrà avviare il tutto la prossima settimana”.

Zaccaria, Fasano: "I sindaci aspetteranno il loro turno"

Francesco Zaccaria come Antonio Decaro: la priorità sono le persone più fragili e tante categorie a rischio. I sindaci possono aspettare. Il primo cittadino di Fasano plaude al sindaco di Bari. Il presidente nazionale dell’Anci ha dichiarato oggi che i sindaci aspetteranno il proprio turno nella vaccinazione. Decaro è intervenuto sulla proposta di alcuni parlamentari, che, con un ordine del giorno approvato alla Camera, chiedono di inserire i sindaci tra le categorie ammesse prioritariamente alla vaccinazione in qualità di autorità sanitarie locali. "Ringrazio Antonio Decaro per aver rappresentato il pensiero di tutti i sindaci – dice Zaccaria –. Sono pienamente d’accordo con lui. Ritengo che sia indispensabile completare prima la vaccinazione degli anziani, cercando di
accelerare il più possibile e di censire tutti i soggetti fragili, con patologie, in modo tale da somministrare le prime dosi quanto prima". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid Puglia, salgono ancora i contagi ma sono oltre i mille i guariti

BrindisiReport è in caricamento