Emergenza Covid-19

Covid: nel Brindisino incidenza di 304,6 casi ogni 10mila residenti

Il report settimanale Asl aggiornato al 14 marzo 2021 per la provincia: si evidenzia, come nel resto della Puglia, un rialzo dei casi

BRINDISI - Anche nel Brindisino si registra un incremento dei casi Covid, come nel resto della Puglia. E' la fotografia scattata dall'aggiornamento settimanale dei dati sull’emergenza Covid-19 nell’ultimo report a cura dell’Unità operativa di Epidemiologia del Dipartimento di Prevenzione della Asl. Alla data del 14 marzo 2021 in provincia di Brindisi risultano positivi 1.114 soggetti (la settimana scorsa erano 1.072), di cui 549 donne (49,3%), e 565 uomini (50,7%), con età mediana di 48 anni. 

I fattori di rischio per cui è stato predisposto il tampone sono: “contatto con caso accertato” 467 (41,9%), “sospetto di caso” 314 (28,2%), “screening” 37 (3,3%), “rientro da area a rischio” 1 (0,1%) e soggetto in Rssa 19 (1,7%); in 276 casi (24,8%) il fattore di rischio non è definito. L’ultimo aggiornamento sullo stato di salute degli attualmente positivi descrive 469 (42,1%) soggetti asintomatici, 488 (43,8%) paucisintomatici, 94 (8,4%) con sintomatologia lieve, 25 (2,3%) con quadro severo, 6 (0,5%) critici e 7 (0,6%) in fase di guarigione; per 25 soggetti (2,3%) il dato non è noto. 

Per quanto riguarda la distribuzione per Comune i positivi sono 246 a Fasano (la scorsa settimana erano 282), 240 a Brindisi (la scorsa settimana erano 234), 87 a Francavilla Fontana (la scorsa settimana erano 77), 55 a Ceglie Messapica (la scorsa settimana erano 49), 54 a Mesagne (la scorsa settimana erano 63), 52 a Cisternino (la scorsa settimana erano 57), 48 a Carovigno (la scorsa settimana erano 21), 41 a Villa Castelli (la scorsa settimana erano 27), 40 a Oria (la scorsa settimana erano 26), 38 a Ostuni (la scorsa settimana erano 29), 37 a Cellino San Marco (la scorsa settimana erano 11), 34 a San Vito dei Normanni (la scorsa settimana erano 32), 28 a San Pietro Vernotico (la scorsa settimana erano 14), 22 a Torre Santa Susanna (la scorsa settimana erano 36), 20 a San Donaci (la scorsa settimana erano 35), 17 a San Pancrazio Salentino (la scorsa settimana erano 25), 17 a Torchiarolo (la scorsa settimana erano 7), 15 a Erchie (la scorsa settimana erano 15), 15 a Latiano (la scorsa settimana erano 17), 8 a San Michele Salentino (la scorsa settimana erano 15). I Comuni della provincia di Brindisi con i maggiori valori di incidenza cumulativa sono, nell’ordine, Torre Santa Susanna, Brindisi, Villa Castelli, Ceglie Messapica, Oria, Francavilla Fontana. 

Positivi per comune ed età 14-03-2021-2

Gli attuali positivi (1.114) sono così suddivisi per fasce di età: 159 nella fascia 0-18 anni, 720 tra 19-64 anni, 173 tra 65-79 anni, 62 negli 80 e oltre. Si evidenzia, come nel resto della Puglia, la tendenza ad un nuovo rialzo dei casi. 

Nel periodo compreso tra il 24 febbraio 2020 e il 14 marzo 2021 sono stati sottoposti a tampone molecolare 87.585 residenti nella provincia di Brindisi, 224,3 soggetti ogni 1.000 residenti. Per 74.299 (84,8%) soggetti sottoposti a test è definito il fattore di rischio per cui è stato predisposto il tampone; si osserva come il test effettuato per “caso sospetto” rappresenti la motivazione di esecuzione del tampone in circa il 45% dei casi. 

Degli 87.585 soggetti sottoposti a tampone molecolare, 11.894 (13,6%) sono risultati positivi al test, con una incidenza cumulativa stimata pari a 304,6 casi x 10.000 residenti. I positivi comprendono 6.081 donne (51,1%) e 5.813 uomini (48,9%) con età mediana pari a 45 anni. 

Il tasso di letalità è pari a 1,9%, inferiore al corrispettivo tasso pugliese del 2,6%. All’aumentare dell’età si osserva un incremento di tale tasso, mentre nella fascia 0-29 anni non si registrano decessi. Sono 222 i decessi totali: 175 casi tra persone che hanno tra 70 e 90 anni e più; 28 tra i 60 e 69 anni, 15 casi tra i 50 e i 59, 2 casi tra i 40 e i 49, e 2 nella fascia 30-39.

Campagna vaccinale al 14 marzo: sono 36.512 le dosi di vaccino anti Covid somministrate alla popolazione target, 27.200 prime dosi e 9.312 seconde dosi. Il dato delle prime dosi risulta così distribuito: il 41% al personale sanitario, il 25,9% al personale scolastico, il 23,3% agli anziani e l’9% alle Forze dell’ordine. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: nel Brindisino incidenza di 304,6 casi ogni 10mila residenti

BrindisiReport è in caricamento