menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mesagne: restano attivi i servizi per sostenere le persone in maggiori difficoltà

Tutte le informazioni per chi ha bisogno di farmaci, spesa, generi alimentari e mensa

MESAGNE - Il Comune di Mesagne, ufficio Politiche Sociali, comunica che restano attivi sul territorio i servizi per le fasce di popolazione più esposte ai danni del contagio da Covid-19.

Servizio domiciliare finalizzato all’approvvigionamento alimentare e di beni primari: l’organizzazione e la gestione è affidata all’associazione Ser. Contatti: 328.6516718, email: ass.radiocb@libero.it. Gli operatori incaricati acquisiranno la lista dei beni necessari, l’elenco dei farmaci e il denaro per gli acquisti; 

Servizio domiciliare finalizzato all’approvvigionamento farmaci, medicinali su prescrizione medica e accompagnamento presso presidi sanitari: l’organizzazione è affidata all’associazione “Croce Amica”. Contatti: 0831. 734840; numero whatsapp (solo messaggi) 392.1322335; email croceamicamesagne@gmail.com;

Distribuzione di generi alimentari presso la sede dell’Auser, locali ex Pretura: tutti i lunedì i volontari provvederanno alla distribuzione di pacchi alimentari con beni di prima necessità. Contatti: 368.7866268;

Mensa Caritas vicariale: il servizio mensa sarà garantito nel regime di asporto dal lunedì alla domenica alle ore 12. E’ previsto il servizio di consegna a domicilio per i nuclei indigenti impossibilitati al ritiro per comprovati motivi.

Per maggiori informazioni contattare l’ufficio Servizi Sociali del Comune di Mesagne: 0831732213; 0831732300; email: politichesociali@pec.comune.mesagne.br.it, politichesociali@comune.mesagne.br.it. Tutte le attività si svolgeranno nel rispetto delle misure di contrasto alla diffusione del Covid-19.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento