menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Programmiamo delle riaperture a lungo termine per diverse categorie"

La proposta di Fenailp, Gruppo partite Iva Brindisi ed Estetiste e parrucchieri di Torre in un incontro in videoconferenza con la Prefettura e il sindaco di Ostuni

BRINDISI - Proposte per le riaperture in sicurezza di varie categorie. Nel pomeriggio di ieri, 12 aprile 2021, si sono riuniti in videoconferenza la dottoressa Olivieri (capo di gabinetto del prefetto), Cosimo Lubes (vice presidente nazionale Fenailp - Federazione nazionale di rappresentanza di imprenditori e professionisti operanti in tutti i settori della micro, piccola e media impresa), Angelica Milone (presidente Fenailp Ostuni), Stefano Scatigno (portavoce Gruppo partite Iva Brindisi), Antonio Sanasi (portavoce Estetiste e parrucchieri di Torre Santa Susanna) per affrontare le problematiche derivanti dalle chiusure dettate dal Dpcm stabilite nella cosiddetta zona rossa.

In proposito, sono stata avanzate delle proposte che gli interlocutori si sono fatti carico di sottoporre all'attenzione della Regione Puglia e del Governo centrale: è stato chiesto di riesaminare e rimodulare le tassazioni comunali e regionali, in quanto non si possono pagare i tributi dei periodi in cui per rispettare la legge molte delle attività interessate sono state chiuse, "così come è impossibile continuare a lavorare a chiusure e aperture alternate e, in questo contesto, sarebbe opportuno programmare delle riaperture a lungo termine con le dovute e adeguate misure di sicurezza", si legge in comunicato congiunto di Fenailp, Gruppo partite Iva Brindisi ed Estetiste e parrucchieri di Torre Santa Susanna. 

Prosegue la nota: "Pertanto, è necessario rivalutare, con un serio progetto programmatico la riapertura di tutte le categorie, da considerare necessaria: dalla cura alla persona, dai pubblici esercizi alle palestre, i mercati. Per quanto riguarda le ristorazioni, si chiede una riapertura in totale sicurezza con ingressi contingentati e relativa sanificazione dei locali, cercando di diminuire il servizio d'asporto. Da parte della Regione Puglia, invece, si chiede l'istituzione di finanziamenti a fondo perduto per dare ossigeno alle partite Iva ormai al collasso, e quindi evitare un aggravarsi della situazione occupazionale già compromessa".

La dottoressa Olivieri si è fatta carico di queste richieste e ha garantito il massimo sostegno da parte della Prefettura affinché si possa raggiungere un risultato positivo. Al sindaco di Ostuni, Guglielmo Cavallo, è stata sottoposta la questione dei Dehor mettendo in risalto l'incertezza del prossimo futuro e, in proposito è stato chiesto di mantenere una situazione identica a quella della precedente estate, senza mettere in atto un nuovo piano. Alla suddetta richiesta si è aggiunta anche la necessità di una riapertura di tutte le attività produttive insieme alle palestre e mercati compresi e di farsi portavoce tramite i rapporti istituzionali di queste istanze. In proposito, stato chiesto al sindaco di intervenire anche sulla Tari, in agevolazione alle attività produttive, di rivedere, con un adeguato progetto, alcune aree urbane ad alta densità commerciale, chiedendo di non avere intralci e disagi durante le sperate riaperture per eventuali programmazioni di interventi di riqualificazione. 

"Infine - si legge nella nota -, si è chiesta una maggiore tolleranza da parte della polizia locale verso il vissuto quotidiano delle diverse attività ma sempre nel rispetto della legge e dei regolamenti. La Fenailp, ritenendosi soddisfatta dell'incontro in questione e dell'attenzione ricevuta, attende fiduciosa la data per l'incontro con la quarta commissione regionale e invitiamo anche le altre associazioni di categoria ad unirsi a tale 'battaglia, tutti uniti sotto un un'unica bandiera: il diritto al lavoro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento