Giovedì, 5 Agosto 2021
Emergenza Covid-19

San Pietro, Rizzo diffida la Asl a vaccinare gli over 80 nel Centro polivalente anziani

La prima dose è stata somministrata nel consultorio, successivamente la sede è stata ritenuta inidonea. Disagi per gli anziani del paese

SAN PIETRO VERNOTICO - In una nota inviata al direttore generale della Asl di Brindisi, Giuseppe Pasqualone, il sindaco di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo, diffida la Asl ad avviare già dalla settimana corrente le vaccinazioni agli over 80, programmate per San Donaci eseguendole a San Pietro Vernotico, presso il Centro polivalente anziani, già utilizzato per i test rapidi alla popolazione scolastica. Come noto le prime dosi sono state somministrate nel locale consultorio, poi la sede è diventata "inidonea" ed è stato scelto un punto Vaccinale a San Donaci allestito in una scuola. Chi sta ricevendo la seconda dose è costretto a spostarsi con tutte le conseguenze del caso, trattandosi di soggetti "fragili". Se si può nelle farmacie perchè non nel Centro polivalente anzani? Di seguito la nota di Rizzo.

Nell’interesse della comunità che rappresento devo evidenziare quanto segue. In esecuzione di quanto concordato in incontri preliminari effettuati con il direttore generale Asl Brindisi, l’Ente aveva confermato la disponibilità del Centro polivalente anziani per eseguire i vaccini: locale già dichiarato idoneo dai competenti uffici Asl in occasione dei tamponi eseguiti a studenti e docenti nel mese di dicembre 2020. La struttura dirigenziale dell’Asl decide di avviare la somministrazione dei vaccini presso il centro vaccinale in via San Antonio, in locali ampi 1/3 rispetto al centro polivalente anziani. 

Improvvisamente, e per giunta senza nessuna comunicazione a questo Ente, gli ultraottantenni da sottoporre a vaccinazione sono stati dirottati da Asl presso un centro vaccinale in altro paese, San Donaci. Innanzi alle rimostranze, la motivazione addotta è stata la necessità di disporre di un locale ampio non meno di 400 mq per poter effettuare un numero elevato di vaccinazioni. Ci si chiede: le farmacie oggi autorizzate dal Ministero a vaccinare, hanno tutte 400 metri di locali disponibili? La struttura, fornita dalla Protezione Civile regionale, che opera all’interno del Perrino in Brindisi, costituita da moduli prefabbricati, ha una superficie totale di circa 220 metri quadri: rientra in tale standard? Il Centro Polivalente anziani ha una superficie totale di circa 600 mq la cui parte coperta è pari a circa 360 mq: è dotato di doppio accesso e di vani a servizio.

Al fine di dare operatività, in ogni caso il Comune si è subito attivato, e, dopo vari sopralluoghi, riscontrato che l’unica palestra con accesso autonomo rispetto a quello scolastico risultava quella del Polo Messapia (ex Valzani), investiva il presidente della Provincia di Brindisi, e la dirigente De Vito al fine di poterla utilizzare come centro vaccinale per i nostri anziani. Veniva effettuato sopralluogo Asl, dal quale emergeva la conformità ai parametri dimensionali richiesti e la necessità di realizzare piccoli interventi eseguiti dalla Provincia in 24 ore (siamo al 23 marzo). Ma Asl, non paga, richiedeva la tinteggiatura delle pareti (vi era qualche segno lasciato dai palloni sulle pareti), ritenendolo prioritario rispetto alla tutela dei soggetti fragili: la Provincia eseguiva anche il predetto intervento, ma a tutt’oggi la struttura non è operativa. 

I soggetti fragili, quelli che le Autorità sanitarie hanno indicato come a maggior rischio, quelli che a volte hanno difficoltà a farsi accompagnare dai figli o da amici, sono costretti a spostarsi da San Pietro Vernotico in San Donaci, attraversando altro Comune, in periodi di zona rossa. Gli operatori che hanno eseguito vaccini nell’ambulatorio in via San Antonio ben possono, nelle more della ultimazione dei lavori presso la palestra, proseguire le attività presso il centro Polivalente anziani. 

Con la presente chiedo, ma al contempo diffido, Asl ad avviare già nella corrente settimana le vaccinazioni programmate per San Donaci eseguendole in San Pietro Vernotico, presso il Centro Polivalente anziani qualora la presa in carico della Palestra dell’Iiss Polo Messapia renda necessari tempi più lunghi. Lo chiedo a tutela dei cittadini, appartenenti ad una categoria fragile, ed a volte anche economicamente debole, tenendo conto peraltro dei numeri dei contagi, della situazione delle strutture ospedaliere, e della necessità di dare impulso al piano vaccinale. Le linee guida ministeriali sono chiare: non è accettabile nascondersi dietro inesistenti vincoli di estensione dello spazio richiesto per le vaccinazioni, e non è accettabile subordinare i legittimi diritti dei cittadini ad eventuali problemi organizzativi delle strutture Asl. 

Non rivedendo riscontri operativi, si investiranno del problema i vertici nazionali chiamati a gestire il piano vaccinale. Chiedo di conoscere altresi il numero di vaccini somministrati agli ultraottantenni di San Pietro V.co, come prima dose ed anche come seconda dose, il numero di persone che ha chiesto la vaccinazione presso l’abitazione, e le vaccinazioni programmate per il mese di aprile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Pietro, Rizzo diffida la Asl a vaccinare gli over 80 nel Centro polivalente anziani

BrindisiReport è in caricamento