Emergenza Covid-19

Tutto pronto per lo screening gratuito per gli studenti di Brindisi: 5070 adesioni

A Brindisi si parte il 7 gennaio, a Francavilla Fontana, dove hanno aderito 37 operatori, l'8

BRINDISI - Partirà il 7 gennaio lo screening gratuito, con test rapidi per il Covid, della popolazione studentesca volontaria di tutti gli Istituti comprensivi di Brindisi.  Al sondaggio effettuato dalle scuole alle famiglie, per raccogliere le adesioni di chi è disponibile ad effettuare i tamponi antigenici, hanno risposto 5070 studenti.

È stato un lavoro in sinergia tra l’amministrazione comunale, l’Asl di Brindisi e i dirigenti dei nove Istituti comprensivi. I tamponi saranno effettuati dai medici volontari e dal personale sanitario che hanno risposto positivamente, sia alla richiesta del presidente della Provincia all’Ordine dei medici, a nome di tutti i comuni del territorio brindisino, sia all’invito delle scuole rivolto ai genitori degli studenti. 

A questi si sono uniti i medici volontari del Cisom Brindisi (Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine Di Malta) che assicura anche un supporto logistico, i volontari dell’associazione Ricetrasmissioni Cb Unità ausiliaria di Protezione civile e quelli di Croce Rossa.

Il personale sanitario che ha aderito è stato formato dall’Asl nella mattinata di oggi 5 gennaio. I kit con i tamponi e i dispositivi di protezione individuale sono forniti dall’Asl, e il Comune di Brindisi ha messo a disposizione, come spazio per effettuare i tamponi, il Centro anziani del quartiere Bozzano, situato in via Spagna 16. Lo screening partirà il 7 gennaio per tutti gli studenti dell’Istituto comprensivo Cappuccini, l’8 per quelli dell’Istituto comprensivo Paradiso-Tuturano e il 9 per quelli dell’Istituto comprensivo Sant’Elia-Commenda. 

La campagna andrà avanti nella prossima settimana anche per le altre scuole, fino al completamento dei test a tutti gli studenti che hanno aderito. Il calendario con la data e l’orario in cui recarsi presso il Centro anziani per effettuare il proprio tampone, sarà comunicato alle famiglie dalle scuole.

“Stiamo effettuando una campagna importante su un numero elevato di studenti - spiega il sindaco Riccardo Rossi -, ed è un risultato che abbiamo voluto fortemente. Inoltre essendo a distanza di tempo utile dalle festività natalizie, potrà restituirci un quadro sulla situazione di salute dei nostri piccoli studenti, prevenendo e tutelando la scuola e le famiglie. Non è stato semplice reperire i medici volontari, è un periodo in cui sono molto oberati, lo abbiamo visto anche attraverso le notizie nazionali relative alla somministrazione del vaccino. Ringrazio chi, nonostante tutto, si è messo a disposizione.”

“Ringrazio i dirigenti e tutto il personale dei nostri nove Istituti Comprensivi, nonché le  famiglie dei loro studenti, che hanno aderito a questo screening; uno strumento di prevenzione nell'ambito del sistema scolastico. Ringrazio i medici, il personale sanitario e tutti i volontari che si sono resi disponibili dimostrando, ancora una volta, che insieme si può!”, dichiara l’assessore a Pubblica istruzione e Servizi sociali Isabella Lettori.

Screening a Francavilla Fontana 

A Francavilla Fontana poche ore dalla chiusura dei termini dell’avviso pubblico per il reclutamento del personale volontario da impiegare per lo screening a studenti e lavoratori del mondo della scuola, sono pervenute ben 37 candidature.

“Desidero esprimere il mio ringraziamento a tutto il personale sanitario che, nonostante il periodo di forte stress lavorativo, ha deciso di impiegare gratuitamente un po' del proprio tempo libero per la collettività – dichiara il Sindaco Antonello Denuzzo – grazie al loro impegno potremo realizzare uno screening di studenti e personale scolastico per permettere una ripartenza in piena sicurezza delle attività didattiche in presenza.”

Si passa ora alla fase operativa che avverrà in stretta collaborazione con la Asl di Brindisi. Giovedì 7 gennaio alle 15.30 tutti i volontari sono stati convocati a Castello Imperiali per un incontro formativo tenuto dal dott. Massimo Giotta della Asl di Brindisi. Intanto, si sta procedendo alla formazione delle équipe operative e all’organizzazione dei turni di lavoro con il coordinamento del dott. Donato Sardano.

“Riteniamo che sia corretto avviare i test contestualmente al ritorno a scuola – prosegue il Sindaco – in questa maniera avremo una istantanea della situazione nel preciso momento della ripresa delle attività in classe.” Si comincerà con gli studenti della scuola secondaria di primo grado. I test saranno effettuati presso il Palazzetto dello Sport a partire dall’8 gennaio. Nelle prossime ore saranno fornite indicazioni operative alle famiglie.

“Si tratta di una macchina organizzativa complessa, ma la Città sta dando prova di un forte senso di unità – conclude il Sindaco – questa prima fase di screening ci fornirà delle indicazioni preziose che ci consentiranno di far rientrare i nostri figli a scuola con maggiori certezze.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per lo screening gratuito per gli studenti di Brindisi: 5070 adesioni

BrindisiReport è in caricamento